Il resoconto della prima giornata di Coppa d’Asia (gruppi C-D)

Cina, Corea del Sud ed Iraq soffrono più del previsto, ma fanno loro il bottino pieno. Tutto troppo facile per l'Iran

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(117 articoli pubblicati)
Korea Republic v Australia - 2015 Asian

GRUPPO C

CINA-KYRGYZSTAN: Esordio in Coppa d'Asia più problematico del previsto per la Cina di Marcello Lippi in quel di Al Ain contro l'ex repubblica sovietica del Kyrgyzstan, alla sua prima partecipazione assoluta. Il match parte in salita per i Dragoni, che sono costretti a subire il gol del sorprendente vantaggio kirghiso al 42' firmato dall'ex Dynamo Kiev Israilov, il quale trova una splendida conclusione volante vincente dal limite dell'area dopo un'ottima sponda di Murzaev sulla rimessa laterale lunga di Kichin. Nella ripresa, la Cina si scuote un po', ma deve affidarsi al caso per trovare il gol del pari al 50' in un'azione degna de "Le Comiche" di Pozzetto e Villaggio: corner dalla destra battuto da Wu Xi che viene alzato a campanile dal colpo di testa di Kichin, la palla finisce dalle parti del portiere Matyash che, nel tentativo di smanacciarla in angolo, se la butta maldestramente in porta con l'aiuto della traversa. A pareggio ottenuto, la Cina attacca a spron battuto nel tentativo di completare il ribaltone e, ancora una volta, ci pensa il portiere kirghiso a premiare, al 78', gli sforzi cinesi con una goffa uscita a vuoto su un pallone vagante in area che viene intercettato e messo in rete dal rapace subentrante Yu Dabao per il gol del definitivo 2-1. Lippi può sorridere per il risultato, ma non per la prestazione.

COREA DEL SUD-FILIPPINE: Vittoria con sofferenza annessa anche per la Corea del Sud a Dubai contro le debuttanti Filippine. Entrambe le squadre dovevano fare i conti con assenze importanti: da una parte, l'esterno del Tottenham Son Heung-min, che deve ancora raggiungere la squadra in ritiro; dall'altra, il portiere del Cardiff City Etheridge, che ha dovuto rinunciare alla convocazione per aiutare il club gallese in campionato. Ad ogni modo, le Filippine si coprono alla disperata e puntano tutto sul contropiede per sfruttare la velocità del centravanti Patiño, il quale però è andato a sbattere dinanzi ad un monumentale Kim Seung-gyu, autore di almeno due parate decisive. Il gol partita arriva al 67' con Hwang Eui-jo, bravo a concludere un'azione corale in area rifinita da Hwang Hee-chan. Il centravanti sudcoreano ha avuto anche l'occasione per la doppietta personale, ma il portiere Falksgaard gli ha negato questa gioia con un intervento prodigioso, ma non la sconfitta  per 1-0. Vittoria fondamentale per le Tigri Asiatiche che vale una buona fetta di qualificazione.

GRUPPO D

IRAN-YEMEN: 3 punti fin troppo facili per il Team Mellì, che ad Abu Dhabi non ha esitato a fare un sol boccone del malcapitato Yemen, alla sua prima partecipazione dopo la riunione del Paese, rifilandogli 5 gol. Già nel primo tempo, l'Iran ha pensato di sbrigare la pratica segnando 3 gol: il primo lo realizza Taremi sfruttando un'incertezza del portiere yemenita Al Sowadi sulla conclusione dalla lunga distanza di Azmoun; il secondo è un autogol sfortunatissimo di Al Sowadi che ribadisce in rete con la schiena un calcio di punizione di Dejagah finito sul palo; il terzo è ancora opera di Taremi, bravo a saltare più in alto di tutti sul cross dalla destra di Rezaeian. Nella ripresa arrivano gli altri 2 gol: prima, Azmoun risolve una mischia su calcio d'angolo nata da un'incertezza in uscita di Al Sowadi; poi, è Ghoddos a chiudere le marcature per il 5-0 definitivo con una volée dal limite dell'area che coglie impreparato il portiere. Davvero troppa poca cosa lo Yemen per impensierire una squadra esperta come l'Iran.

IRAQ-VIETNAM: Tanta sofferenza anche per l'Iraq ad Abu Dhabi contro un organizzatissimo Vietnam, andato ad un passo dall'impresa dopo uno splendido primo tempo, chiuso addirittura in vantaggio per 1-2 grazie ad un autogol sfortunato di Faez e al tap-in vincente di Nguyen Cong Phuong, nel mezzo c'era stato il pari momentaneo di Ali Mohanad dopo un errore di Do Duy Manh. Nella ripresa, prima arriva il secondo pareggio iracheno di Tariq in mischia; poi, la punizione vincente di Ali Adnan a tempo scaduto per il definitivo 3-2.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.