Felipe Anderson studia per diventare Re

L'ex giocatore della Lazio ha realizzato una doppietta nella sfida contro il Southampton segno di una crescita esponenziale e continua

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(103 articoli pubblicati)
West Ham United v Crystal Palace - Premi

L'Inghilterra patria di una delle ultime monarchie ancora esistenti è la terra giusta per farsi Principe, anche nel mondo dello sport ed è quello che deve aver pensato Felipe Anderson all'indomani del suo trasferimento estivo dalla Lazio al West Ham.

Dopo Roma il brasiliano ha scelto Londra quale sua nuova dimora con la speranza di "affiancarsi" al Principe Filippo (Duca d'Edimburgo e marito della Regina Elisabetta II) non solo per omonimia ma anche per gesta (in questo caso calcistiche) capaci di portarlo  direttamente nella nobiltà del calcio.

Nell'ultimo incontro disputato dagli "hammers" in trasferta contro il Southampton Felipe Anderson ha incantato tutti fornendo una prestazione "regale" in cui ha messo a frutto una splendida doppietta arricchita da mille spunti di classe e generosità, come quando al minuto 89 ha corso per tutto il campo per andare a vincere un contrasto difensivo in modo da salvare il risultato di 1 a 2 con il quale il West Ham ha espugnato il St Mary's Stadium.

Ai tempi della Lazio si diceva che mancasse di continuità e che accendesse la propria luce ad intermittenza mentre oltremanica tutte questi aspetti che ne potevano minare la crescita stanno lentamente sparendo ed il ragazzo sembra essere entrato nella fase di giusta e continua evoluzione.

A 25 anni Felipe ha realizzato in quest'inizio di stagione 8 reti e dispensato 2 assist ai proprio compagni sotto la guida esperta dell'Ingegner Pellegrini.

Il cileno, allenatore navigato ha saputo tirar fuori il meglio dal ragazzo convincendolo fino in fondo della bontà delle proprie qualità tecniche e perfino di leadership. Perché ad osservare bene le prestazioni del numero otto dei londinesi ciò che colpisce rispetto al recente passato italiano è proprio la determinazione messa in campo e la voglia di essere da stimolo per i compagni di squadra.

L'ex giocatore del Santos è costato agli inglesi finora una trentina di milioni di sterline che potrebbero presto diventare una quarantina grazie ai vari bonus contrattualistici inseriti da Lotito al momento della cessione. Ma il valore del ragazzo è destinato a crescere e non c'è da stupirsi se nella prossima estate alcuni grandi (e ricchi) top club europei busseranno alle porte della società dell'East London.

Va detto che il percorso di maturazione di Felipe Anderson non è ancora giunto al termine e i margini di crescita sembrano essere ancora molti ma "Felipe il Principe" sa che se vuole farsi Re dovrà dimostrare di saper illuminare il percorso dei propri compagni perché non sono i simboli ad aprire la strada ma l'esempio che si regge anche sul talento.

West Ham United v Manchester United - Pr
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.