FK Dnipro storia di una fine dolorosa

La squadra ucraina è passata in soli 4 anni dalla finale di Europa League contro il Siviglia allo scioglimento

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(136 articoli pubblicati)
FC Dnipro Dnipropetrovsk v FC Sevilla -

"Sul salice grigio canta il vento d'autunno.

Un cigno malato nuota sul lago oscuro.

Tramonto e sera s'uniscono in un bacio d'addio".

In queste parole del poeta ungherese Gyula Juhàsz si può cogliere tutta l'enfasi struggente di un crepuscolo annunciato.

Per raccontare questa storia poi sembra essere la cosa giusta quella di partire proprio dalla fine.

Siamo nel Giugno del 2019 quando ufficialmente il Futbol'nyj Klub Dnipro cessa definitivamente di esistere.

La rapida discesa agli inferi del club ucraino inizia nel 2016 quando la UEFA lo escluse per un triennio dalle competizioni europee per non aver rispettato le norme riguardanti il fair play finanziario, dopo di lì le cose fuori e dentro al terreno di gioco subiranno un'accelerazione spedita verso tale triste epilogo. La situazione finanziaria della società si rivelò talmente deficitaria da comportare una penalizzazione in classifica di ben nove punti durante la stagione 2016/2017, stagione terminata con la retrocessione sul campo in seconda divisione; ma come se tutto ciò non bastasse ci fu inoltre da registrare l'intervento della federazione calcistica ucraina che retrocesse d'ufficio la squadra in terza serie. L'indebitamento rimase però talmente pesante che nella stagione seguente il Dnipro fu declassato in quarta serie in seguito a delibera da parte della FIFA

Vicende queste che portarono alla mancata iscrizione nel 2019 con conseguente scioglimento di tutte le attività.

Questo però fu il finale della storia. 

Storia che come molte ha una propria circolarità e allora vale la pena ricordare anche ciò che è stato prima di tutto questo.

Basti ricordare che il Dnipro fu uno dei club fondatori del campionato ucraino dopo la fine dell'Unione Sovietica.

Nella stagione 2014/2015 dopo essersi qualificata per la fase a gironi dell'Europa League grazie all'eliminazione dell'Hajduk Spalato nel turno di qualificazione si vedrà inserita nel gruppo F assieme all'Inter, al Saint-Etienne e il Qarabag. 

Al termine delle prime tre giornate del girone la situazione sembra essere già compromessa, infatti arrivarono le sconfitte contro Inter e Qarabag e il pareggio per zero a zero in casa dei francesi del Saint-Etienne. 

Va detto come di quella rosa tra gli altri facevano parte Nikola Kalinic (acquistato a fine stagione dalla Fiorentina), Jevhen Konoplyanka (ceduto poi al Siviglia) il brasiliano Matheus e lo storico capitano Ruslan Rotan.

Ritornando alla situazione del girone eliminatorio le gare di ritorno si aprirono con il successo per 2 a 1 degli ucraini a Baku in casa del Qarabag, per poi proseguire con la sconfitta a Milano contro l'Inter. Nell'ultima decisiva sfida ai verdi del Saint-Etienne tutto è ancora in gioco serve però una vittoria senza se e senza ma. Successo casalingo che arrivò e così la corsa della squadra poté proseguire verso i sedicesimi di finale in cui il club allenato da Myron Markevyc riuscì ad eliminare i greci dell'Olympiacos. Gli avversari successivamente estromessi furono in ordine Ajax, Bruges e Napoli per giungere così all'atto conclusivo del torneo ossia la finalissima di Varsavia disputata contro gli spagnoli del Siviglia

L'appuntamento con la storia fu il 27 Maggio del 2015 e la partita degna di una finale con gli ucraini in vantaggio nei primi minuti grazie a Nikola Kalinic, gli andalusi però non persero fiducia tanto da ribaltare l'incontro con le marcature di Carlos Bacca e Krychowiak ma sul finire del primo tempo Rotan, capitano della squadra in blu, riuscì a pareggiare per i suoi. Il Dnipro era pienamente in partita e la sensazione era quella che qualsiasi cosa sarebbe potuta accadere, almeno fino al minuto 73 quando ancora il colombiano Carlos Bacca segnò per gli spagnoli fissando così il risultato sul 3 a 2 finale.

Gli ucraini persero in tal modo quella storica finale e da lì in avanti come visto sarà un susseguirsi di difficoltà fino a giungere al drammatico epilogo dello scioglimento del club. 

FC Dnipro Dnipropetrovsk v FC Sevilla -
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.