Clamoroso ribaltone al Real: torna Zidane. E la Juventus che farà?

Con un comunicato ufficiale del club spagnolo è arrivato l'esonero di Santiago Solari e l'annuncio del ritorno in panchina di Zizou

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(299 articoli pubblicati)
Real Madrid Celebrate After Victory In T

Al Real Madrid ogni minuto porta una novità: Zinedine Zidane è il nuovo allenatore dei Blancos. Con un comunicato ufficiale del club spagnolo è arrivato l'esonero di Santiago Solari e l'annuncio del ritorno in panchina di Zizou, l'artefice delle ultime tre Champions vinte consecutivamente. L'accordo tra le parti prevede che il francese porti a termine questa stagione per poi iniziare un nuovo ciclo triennale, con contratto fino al 2022. Con Zinedine Zidane in panchina il Real Madrid ha vissuto momenti gloriosi prima di questa stagione. In due anni e cinque mesi alla guida della squadra, Zizou ha alzato al cielo ben 9 trofei: 3 Champions League (mai nessuno ne aveva vinte due di fila nell'epoca moderna della competizione), 2 Mondiali per Club, 2 Supercoppa Europea, 1 Liga e 1 Supercoppa di Spagna. Da allenatore dei Merengues Zidane ha vinto 104 delle 149 partite affrontate. Un dietrofront clamoroso che fa si che l'allenatore francese, che si era ormai promesso alla Juventus,  sia ora dotato di quei poteri che in Estate aveva avuto sulla rosa: da qui la decisione di andare via.

Sembrava proprio che Zidane avesse deciso di dire un "no" definitivo alle proposte di Florentino Perez. Non c'era verso di convincerlo. Non a caso nei giorni scorsi Zizou si è concesso una "gita" a Milano, è stato avvistato mentre pranzava in un ristorante di Via Montenapoleone spesso frequentato dai dirigenti juventini. Che il francese fosse il successore designato di Massimiliano Allegri (sempre ammesso che Max abbia davvero intenzione di chiuderla qui con i colori bianconeri) era un dato di fatto, si era addirittura parlato di un accordo fatto tra Juve e Zidane fino al 2022. In poche ore c'è invece stata una clamorosa retromarcia. Florentino Perez si è giocato tutte le carte a sua disposizione per convincere il suo ex allenatore a tornare indietro dopo nove mesi. Per una volta, anche se indirettamente e involontariamente, Perez ha dato fiducia a uno dei suoi nemici storici, Jorge Valdano, che poche ore prima del ribaltone ha espresso così il suo pensiero: "Il ritorno di Zidane sarebbe un segnale di unità per il madridismo, quello di Mourinho invece sarebbe un altro motivo di divisione".

Il ritorno di Zidane al Real Madrid comporta ora una serie di conseguenze sul mercato. Ovviamente ci saranno tanti cambiamenti, ma non ci sarà l'ultimatum a quattro giocatori come nel caso di Mourinho (che voleva fuori   Ramos, Benzema e Bale). Ma anche la geografia delle panchine può cambiare. Soprattutto se pensiamo alla Juve, che era seriamente intenzionata ad affidare a Zidane un progetto a lunga scadenza soprattutto in chiave europea. In casa bianconera adesso dovranno seriamente riflettere sulla posizione di Max Allegri, che proprio nei giorni scorsi ha parlato esplicitamente: "Del rinnovo di contratto parleremo a fine stagione". Quello attuale scade nel 2020 ed è buona norma alla Juventus non iniziare una stagione con un allenatore in scadenza. Quindi a giugno o sarà rinnovo o saranno titoli di coda. Il sogno Guardiola, coltivato con alcuni incontri cordiali e possibilisti, è stato cancellato dallo stesso Pep con un aggettivo: "Impossibile nei prossimi due anni". Parecchio improbabile per mille motivi un ritorno di Antonio Conte (promessosi all'Inter). Resta un'ipotesi Deschamps, che nei giorni scorsi sembrava la più remota e che in questo momento riprende quota.

Real Madrid Press Conference
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.