Big, che flop in Russia: è il Mondiale delle grandi sorprese

Le nazionali, sulla carta più forti ed attrezzate, faticano nella gara di esordio del Mondiale di Russia

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
FIFA World Cup Russia

Spagna, Brasile, Argentina e Germania steccano il primo match di questo sorprendente Mondiale di Russia. Gli iberici, nel “derby” contro il Portogallo di CR7, non riescono ad andare oltre il pareggio e dimostrano evidenti lacune difensive. De Gea non si rende protagonista della sua miglior partita e la Roja è costretta ad accontentarsi di un punto. Un 3 a 3 pirotecnico che mette in evidenza lo strapotere fisico e mentale di Cristiano Ronaldo, fuoriclasse assoluto ed, al momento, unico vero protagonista di questa Coppa del Mondo. Se la Spagna non brilla, anche Argentina e Brasile deludono pesantemente nella partita di esordio. L’Albiceleste di Leo Messi impatta per uno ad uno contro la sorprendente Islanda. La pulce Argentina non riesce a trascinare la selezione ed, anzi, si fa parare un calcio di rigore. Il Brasile di Neymar passa in vantaggio con una perla di Coutinho ma nella ripresa si fa raggiungere dalla Svizzera che conquista un punto tanto sperato quanto meritato. 

Peggio di Spagna, Argentina e Brasile fa la Germania, detentrice del titolo di campione del mondo, che viene battuta da un Messico brillante e volenteroso che riesce a sfruttare al meglio le voragini difensive della squadra teutonica. Un inizio con il freno a mano tirato per le grandi compagini del calcio mondiale che non riescono ad impressionare per gioco e dinamismo. Sono passati solamente pochi giorni dall’inizio del Mondiale e già le sorprese non sono mancate. Che sia l’anno buono per una vittoria a sorpresa? Un outsider può insidiare le grandi potenze? Difficile da dire. Molto difficile. Quello che è certo è che nessuno si aspettava un inizio così in salita per le selezioni più blasonate e quotate per la vittoria. Tra le big, infatti, solo la Francia e l’Inghilterra riescono a conquistare i tre punti: i transalpini contro l’Australia grazie al supporto del Var e gli inglesi contro la Tunisia. Una vittoria meritata e convincente quella di questi ultimi, raggiunta però solamente al 91’ grazie a Kane, bomber del Tottenham.

Vedendo le prestazioni mediocri di molte squadre, i rimpianti per l’assenza della nostra Italia aumentano esponenzialmente... 

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.