Attacco azzurro: Insigne e poi…?

Tanti gli esperimenti del ct Mancini per il nuovo corso azzurro. Poche risorse e la ricerca di un attacco che convinca e ritorni a segnare con continuità

di Antonio Monaco
Antonio Monaco
(102 articoli pubblicati)
insigne

Dopo le prime  amichevoli e le  prime due uscite ufficiali nella nuova Nations League tutt'altro che convincenti del nuovo corso azzurro targato Mancini, il neo commissario tecnico lavora alla ricerca dei giusti tasselli, per presentare in campo una formazione che sia degno del blasone e della storia vincente della Nazionale italiana. Il movimento appare da tempo in crisi e l'Italia non sembra avere in questo momento salde certezze, vuoi per l'operazione di ricambio generazionale in atto, vuoi per la mancanza di talenti e l'eccessivo ricorso a calciatori stranieri nei club italiani. Tante le bandiere ormai ammainate che per raggiunti limiti anagrafici hanno dovuto abbandonare la nave italica, che ormai non possono più essere utili alla causa azzurra e pertanto occorre fare di necessità virtù, lanciando calciatori che devono ancora dimostrare molto sulla ribalta nazionale ed internazionale. Se è vero che la Nazionale non è più in questo momento una delle maggiori potenze calcistiche del pianeta, altresì occorre che la nuova gestione tecnica si adoperi per scegliere quelli che al momento sono gli atleti di maggiore talento e garanzia.

Se per la porta, dopo lo scontato passaggio di consegne tra Buffon e Gigio Donnarumma, affiancato da portieri di affidamento come Perin e Cragno e per la difesa, la scuola italiana continuerà ad avere un futuro roseo visto il crescere di talenti come Romagnoli, Rugani, Caldara, Conti, Calabria a cui Chiellini e Bonucci faranno da chioccia, il discorso si complica avanzando  a centrocampo e soprattutto in prima linea. Servirà che giovani talentuosi come Barella, Cristante, Pellegrini, Gagliardini, crescano e lo facciano in fretta, affinchè diventino certezze consolidate che integrino le geometrie di Jorginho. Una linea mediana che necessita come il pane di un Verratti finalmente grande, unico al momento,  per età e qualità a poter diventare il trascinatore azzurro della "terra di mezzo"

Le noti dolenti giungono, invece, dal reparto avanzato. I continui esperimenti del ct e le svariate convocazioni a cui si assiste fanno ben intuire che la quadra non è stata ancora trovata. Mancini sta cercando di battere tante strade riproponendo vecchie conoscenze del giro azzurro, tra cui Giovinco, Zaza, Balotelli, Immobile e Belotti. Tutti per svariati motivi sembrano non convincere e fino ad ora non sono mai stati capaci di replicare in Nazionale quanto hanno mostrato nei clubs di appartenenza, nonostante abbiano tutte le potenzialità per assicurare la giusta pericolosità alla prima linea azzurra.

La stagione in corso sta, però, dimostrando che Lorenzo Insigne è ormai maturo per aver il ruolo guida dell'attacco. Lui è indiscutibilmente il calciatore di maggior talento e da cui bisogna ripartire per questo nuovo corso. Lorenzo "il Magnifico" sta attraversando un momento di forma eccezionale, ed è il giocatore che nella catena sinistra ha un ruolo chiave nello sviluppo della manovra, essendo utilizzato come rifinitore o finalizzatore. Assieme ad esterni di qualità e alla maturazione di Bernardeschi e Chiesa o all'occorrenza di Verdi, con al centro in area di rigore lo stesso Immobile o lanciando il nuovo goleador milanista Cutrone, ancora ventenne ma che vede benissimo la porta e già tra i candidati al pallone d'oro tra i giovani, in attesa dell'esplosione dei millenials Kean e Pellegri, possono comporre un reparto offensivo che garantisca fantasia, talento, imprevedibilità e gol.

Un attacco così fatto può assicurare al neo ct una maggiore fluidità di manovra, più verticale del solito e mirata ad attaccare velocemente la profondità, visti gli ampi spazi concessi dalle nazionali avversari nei contesti delle competizioni internazionali.

Fonte: l'autore Antonio Monaco

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.