Argentina e Spagna, storie di una disfatta preannunciata

Le due nazionali sono inaspettatamente uscite di scena: alla base del loro fiasco ci sono le bufere che le hanno travolte poco prima dell'inizio del Mondiale?

di Matteo Gentili
Matteo Gentili
(12 articoli pubblicati)
ARG

Ogni quattro anni si disputa quel torneo che, per un breve istante, rispolvera quel sentimento di patriottismo che scompare per settimane ed elimina le rivalità tra i tifosi e calciatori di club diversi, unendo popolazioni intere. È quel torneo dove tutti, grandi e piccoli, fanno il tifo per la propria nazione, dove tutti possono gioire all'unisono per il trionfo del proprio paese ma possono piangere insieme in caso di sconfitta. È quel torneo dove tutte le nazionali, anche quelle più piccole e meno attrezzate, si preparano con estrema cura affinché il loro percorso duri il più a lungo possibile, spremendo cuore e grinta lì dove manca la tecnica e il talento. Ed è proprio per questo che il mondiale è il torneo dove qualsiasi corazzata ha la stessa identica probabilità di alzare al cielo la coppa più bella che esista. L'adrenalina che scorre nel corpo di ogni giocatore è alle stelle e serve l'armonia più pura, sia a livello individuale che di gruppo, per affrontare questo genere di partite; anche una piccola scossa può turbare letalmente la sintonia della squadra. Scossa che, nel mondiale di Russia, ha colpito l'Albiceleste e la Roja, a poche ore dall'inizio del loro percorso.

ARGENTINA - La squadra capitanata da Leo Messi è reduce da una qualificazione raggiunta solo all'ultima giornata grazie alla tripletta della Pulce contro l'Ecuador e grazie alla vittoria del Brasile che elimina il Cile. Sicuramente il clima è molto teso perché l'Albiceleste ha rischiato concretamente di non approdare in Russia per disputare la competizione e, a questo si aggiunge il problema dell'instabilità in campo. Infatti il Ct Sampaoli non è in grado di trovare la formazione perfetta, cambia ad ogni gara formazione e giocatori, togliendo una delle componenti fondamentali per il successo di una squadra: la continuità. Come se non bastasse, a pochi giorni dalla prima partita del torneo, durante il programma radiofonico Radio Mitre, un giornalista sudamericano accusa il Ct della Seleccion di aver violentato una cuoca in un locale della Federcalcio argentina. Una terribile bufera invade la concentrazione dell'Albiceleste, poiché rischia di rimanere senza allenatore nonostante la Federazione abbia fatto di tutto per non far uscire la notizia. Jorge Sampaoli rimane sulla panchina dell'Argentina ma forse, anche a causa dello scandalo che lo ha travolto, non riesce a guidare la sua squadra, che in tutte le partite del girone vaga come un fantasma in un castello; nessuna idea, nessuna strategia vincente, nessun colpo da campione. Seleccion che esce malamente agli ottavi contro la Francia: tutti sotto processo ed il Ct è il primo della fila.

SPAGNA - La notizia dell'esonero del condottiero Lopetegui arriva come un fulmine a ciel sereno nel ritiro della Spagna. Motivo? Il Ct della Roja ha avviato una nuova avventura con il Real Madrid ad insaputa di chiunque e questo è uno sgarro che il presidente della Federazione Rubiales non può perdonare. Gli spagnoli si ritrovano improvvisamente senza allenatore, il giorno prima dell'inizio del Mondiale. Al posto di Lopetegui viene scelto Fernando Hierro, fino a quel momento direttore sportivo della Roja; insomma, uno che non ha molta esperienza da allenatore nonostante ne abbia tantissima da giocatore. L'ambiente spagnolo è evidentemente turbato ed infatti la Spagna gioca bene soltanto il debutto contro il Portogallo, nonostante il rocambolesco 3-3 finale, poiché la partita era stata preparata con Lopetegui fino al giorno prima. Le successive 3 partite della Roja sono caratterizzate da lentezza ed eccessiva noiosità, anche a causa delle mancate competenze del nuovo Ct Hierro.

Argentina e Spagna si sono trasformate rapidamente da favorite per la vittoria a vero e proprio flop e, forse, i rispettivi terremoti che le hanno travolte avevano preannunciato una fine disastrosa

Fonte: l'autore Matteo Gentili

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.