André Silva è rinato in Germania

Con la ripresa della Bundesliga il centravanti portoghese di proprietà del Milan sta decisamente mostrandosi in gran forma

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(125 articoli pubblicati)
Vitoria Guimaraes v Eintracht Frankfurt

Ci sono treni che passano una sola volta nella vita e spesso non rifanno il percorso inverso.

La storia tra André Silva e il Milan, salvo clamorosi sviluppi, sembra proprio la metafora perfetta di quel tipo di convoglio.

Dalla ripresa della Bundesliga il portoghese ha già realizzato quattro reti in cinque partite per un totale di dodici marcature stagionali comprese tutte le varie competizioni nelle quali il ragazzo è stato finora impegnato con la maglia dell'Eintracht Francoforte. Un bottino di tutto rispetto che fa riaccendere i riflettori su di un giovane calciatore considerato troppo presto un "oggetto misterioso".

Ripercorrere in breve la "vita sportiva" del ragazzo fa capire come esordire da giovanissimo con la maglia del Porto e dimostrare di avere un gran talento sin dalla prima stagione nei professionisti siano elementi che ti pongono al centro di numerose aspettative e se in più si aggiungono le parole importanti spese all'epoca da Cristiano Ronaldo ecco che il peso del futuro si fa molto rilevante. 

E' quindi con questo carico di speranze che André Silva arriva a Milano nel 2017 a soli 22 anni e come purtroppo spesso capita le difficoltà di ambientamento hanno contribuito ad una prima stagione in rossonero decisamente sottotono. 

Il passaggio in prestito al Siviglia sembrava aver ridato un pochino di fiducia al centravanti portoghese grazie anche alle nove reti realizzate in Andalusia ma nonostante ciò il rientro dalla Spagna a Milano coinciderà soltanto con una fugace esperienza per essere poi girato nuovamente in prestito a quella che è la sua attuale squadra ossia l'Eintracht di Francoforte.

Il prestito con i tedeschi terminerà nel Giugno del 2021 e con molta probabilità sembra proprio difficile rivedere André Silva in Italia viste anche le parole al miele spese dal ragazzo verso la propria esperienza in Germania. 

Insomma anche se manca ancora un anno alla "resa dei conti" c'è il sospetto che questa possa rivelarsi un'occasione mancata per entrambi a meno che non vengano ancora una volta rispettate le parole di Antonello Venditti quando canta "certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano".

Vitoria Guimaraes v Eintracht Frankfurt
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.