Ancelotti contro il suo passato: che ricordi a Parma per Carletto

Oggi Ancelotti affronterà la squadra che lo ha lanciato da giocatore e che lo ha catapultato in Serie A 23 anni fa da allenatore

di Luca95 Meringolo
Luca95 Meringolo
(116 articoli pubblicati)
A portrait of Carlo Ancellotti of Parma

Ore 18.00, stadio "Ennio Tardini": Parma e Napoli si affronteranno in una gara dal sapore particolare per il tecnico dei partenopei Carlo Ancelotti. Infatti fu proprio il Parma a farlo esordire da calciatore e fu proprio il Parma a credere in lui e a farlo allenare in Serie A per la prima volta nella stagione 1995/96 al posto di Nevio Scala. Ancelotti si era ritirato nel 1992 e dopo 3 anni come vice allenatore di Sacchi all'Italia nella stagione 1995/96 allenò la Reggiana e ottenne subito la promozione in serie A. 

Calisto Tanzi affida a Carlo Ancelotti il compito di portare lo scudetto a Parma che già  nella prima parte degli anni 90 si era affermata come una grande del calcio italiano grazie a Nevio Scala.  La squadra poteva già contare su grandi calciatori come Buffon, Cannavaro e Thuram ma venne ulteriormente rafforzata da due giovani attaccanti: Crespo e Chiesa. L'inizio di campionato fu abbastanza incerto e la panchina di Ancelotti rischiava di saltare. Gli vennero mosse molte critiche, l'aver escluso Zola e aver favorito la sua cessione al Chelsea perché non rientrava nei dogma del 442 (successe la stessa cosa quando rifiutò l'acquisto di Roberto Baggio da parte di Tanzi, anni dopo ammetterà l'errore affermando che in entrambe le occasioni era ancora acerbo come allenatore), ma soprattutto venne criticata la sua scelta nel far giocare insistentemente Crespo, il quale nelle prime partite non riusciva ad esprimere al meglio tutto il suo talento. 

Nonostante tutto Ancelotti non molla e continua a credere nelle sue idee, Crespo sente la fiducia nel suo mister e successivamente si scatena e a fine stagione metterà a segno 12 gol in 27 giornate di campionato. Il Parma chiude il girone d'andata al 4° posto ma nel ritorno i ducali recuperano posizione e si issano al secondo posto alle spalle della Juventus di Lippi, vera dominatrice della stagione. A tre giornate dalla fine  Juventus e Parma erano distanziate da 6 punti e il pareggio per 1-1 a Torino fece ipotecare lo scudetto ai bianconeri i quali lo conquistarono ufficialmente la giornata successiva nel pareggio per 1-1 a Bergamo contro l'Atalanta. Il Parma riuscì ad arrivare secondo (miglior piazzamento di sempre degli emiliani in Serie A) e ad accedere ai preliminari di Champions League da quali purtroppo gli uomini di Ancelotti furono subito estromessi. 

La stagione successiva è più altalenante e Ancelotti conquista con i suoi ragazzi il 5° posto che vale la qualificazione alla Coppa UEFA (poi vinta dai ducali la stagione successiva con Malesani in panchina). Ancelotti lasciò Parma e comincio il suo viaggio tra le più grandi squadre del mondo : Juventus, Milan, Chelsea, PSG, Real Madrid, Bayern Monaco e oggi Napoli. Per il tecnico emiliano oggi sarà una gara dal sapore speciale e dal profumo di quel "culatello" che lo ha accompagnato nelle sue prime esperienze prima da calciatore e poi da allenatore.  

Fonte: l'autore Luca95 Meringolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.