Allison, l’evoluzione della specie del portiere

La scuola brasiliana dei portieri è ormai una delle migliori al mondo: dopo Taffarel, Dida e Julio Cesar, è arrivato Allison

di Giuseppe Di girolamo
Giuseppe Di girolamo
(56 articoli pubblicati)
FC Internazionale v AS Roma - Serie A

Fino all’inizio degli anni novanta, pensare che il più forte portiere al mondo fosse un brasiliano, sembrava una eresia, una cosa impensabile. Infatti Allison, con i 75 milioni di euro pagati dal Liverpool alla Roma, per assicurarsi il suo cartellino, non è solo il portiere più costoso della storia, ma probabilmente è quello più bravo, in questo momento. Arriva nella capitale nel 2016, quasi sconosciuto, almeno al grande pubblico, nonostante vantasse alcune presenze con la nazionale.

Con i suoi 24 anni che non sono molti, ma già l’odore di promessa a quell’età è passata, anzi cominci a adorare di promessa non mantenuta, nella prima stagione è la riserva del polacco Szczesny, che la stagione successiva passa alla Juventus, lasciando sguarnita la porta della Roma. I giallorossi decidono di affidare il ruolo di titolare proprio al brasiliano, che debutta in campionato il 20 agosto 2017, contro l’Atalanta, mantenendo inviolata la sua porta.

Da quel momento, questo gigante di 190 cm per 90 kg, non susciterà mai alcun dubbio né ai dirigenti, né ai tifosi, con prestazioni di altissimo livello. Allison dimostra di avere incredibili riflessi, sono proprio le parate che i cronisti di un tempo definivano “colpo di reni”, la sua arma migliore. Grazie ad eccellenti prestazioni, la sua stagione nella Roma non resta nell’oblìo, infatti gli osservatori dei club di mezza Europa sorvegliano la sua crescita, sempre più prepotente, e in primavera i tifosi giallorossi intuiscono che la società, approfitterà della cessione di Allison per fare una clamorosa plusvalenza.

EREDITA' -Più che del suo predecessore in maglia verde-oro, Julio Cesar, Allison sembra raccogliere l’eredità di Nelson Dida, portiere brasiliano del Milan, nei primi anni duemila. Anche Dida aveva una imponente fisicità, e uno stile non proprio rococò, ma anch’esso era estremamente efficace. Allison è meno grezzo, ha sicuramente più “accademia” alle spalle, Dida era figlio di una scuola brasiliana, che per quanto riguarda i portieri, era ancora estemporanea, anche se aveva cominciato a progredire; si erano finalmente accorti che per vincere, occorreva anche un portiere di alto livello. Quello che invece accumuna sia Julio Cesar, che Dida, che Allison, è la tardiva esplosione della carriera.

Tutti e tre sono arrivati in Italia pressoché sconosciuti, e all’inizio fecero tanta panchina. Dida e Cesar, addirittura andarono in prestito in altre società: al Chievo Julio, in Svizzera Nelson. Ma quando tornarono a Milano, diventarono inaspettatamente titolari di Inter e Milan, vivendo stagioni di grandi trionfi. Allison è il più forte dei tre, il più completo, il più dotato, e con ancora margini di miglioramento.

LA SCUOLA -Il Brasile comincia ad essere una scuola con tradizione, per quanto riguarda i portieri, e che a ogni nuova generazione si consolida sempre di più. E tutto è cominciato negli novanta con un portiere che di speciale non aveva moltissimo: Claudio Taffarel. Era un buon portiere, ma come nel mondo del calcio se ne erano già visti tanti; sicuramente per le abitudini dei brasiliani era un salto di qualità, ma tante nazionali potevano vantare un portiere del livello di Taffarel, se non superiore. Per gran parte della sua carriera, infatti, giocò nel Parma, che ai tempi era sì spesso in lotta per il campionato, ma non era certo una “grande” di quelle tradizionali. Sarà stato per personaggio che seppe costruirsi, sarà perché è stato il primo portiere brasiliano a giocare in Europa, o più probabilmente, perché era il portiere della nazionale che conquistò il suo quarto titolo mondiale nel 1994, ma da allora la scuola brasiliana di “goleiro” è sempre andata via via migliorando, divenendo a oggi, una delle migliori al mondo.

Fonte: l'autore Giuseppe Di girolamo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.