Real & co.: quando la vittoria si colora di bianco! [prima parte]

La maglia bianca indossata dalla nostra nazionale di calcio contro la Bosnia ci offre lo spunto per proseguire il viaggio fra i colori dello sport.

di Marco Fiammetta
Marco Fiammetta
(64 articoli pubblicati)
Germania Real e Wimbledon

Le nazionali di calcio, maschili e femminili, in alcune delle ultime gare hanno indossato una maglia verde (bordata di blu). Questa originale scelta cromatica è stata lo spunto per iniziare un nuovo viaggio fra i colori dello sport (vedi: Brabham, Celtics e Springboks: quando la vittoria si colora di verde! – http://gazzettafannews.it/altr...). 

In occasione della partita contro la Bosnia, l'Italia è tornata ad indossare una più abituale maglia bianca, usata anche in occasione delle prime apparizioni della squadra più amata dagli italiani. Come la nostra, molte altre squadre nazionali hanno adottato il bianco per la propria seconda maglia. Scelta diversa, invece, per una delle nazionali storicamente più competitive: la Germania. 

La maglia bianca (inizialmente bordata di nero e, più recentemente, ornata dai tre colori della bandiera) ha vestito la Germania Ovest anche in occasione della Coppa Rimet disputata in Svizzera nel 1954 conclusa con la finale contro l’Ungheria (3-2), che ha ispirato il film Il miracolo di Berna. Le due squadre si erano già affrontate nella fase a gironi: in quel primo confronto i maestri magiari erano imposti con un perentorio 8-3! Anche l’avvio della finale, con gli ungheresi a rete due volte nei primi otto minuti, sembrava preludere ad un trionfo di Puskas e compagni, ma la rete di Morlock e la doppietta di Rahn consegnarono la coppa nelle mani del capitano tedesco Fritz Walter. 

I tedeschi hanno conquistato il loro secondo titolo mondiale nel 1974, nell’edizione disputata in casa. Anche in quell’occasione si trovarono a dover recuperare il risultato. L’avversaria di quella finale fu l’Olanda, che passò subito in vantaggio per un calcio di rigore procurato da Cruiff e trasformato da Neeskens (dal calcio d’avvio i tedeschi non riuscirono ad interrompere l’azione olandese fino al fallo da rigore). Le reti di Breitner (anche questa su rigore) e di Muller ribaltarono il risultato consegnando alla nazionale tedesca la prima Coppa del Mondo (la Coppa Rimet era stata definitivamente assegnata al Brasile nell’edizione precedente). 

Le due vittorie successive sono state conquistate, entrambe, contro l’Argentina. La finale del 1990 fu decisa da un calcio di rigore di Brehme, mentre quella del 2014 da una rete di  Gotze nei tempi supplementari (la prima Coppa del Mondo vinta dalla Germania unita).

Da sempre la divisa bianca identifica una delle polisportive più gloriose dello sport europeo: il Real Madrid. Le merengues, dopo avere vinto le prime cinque edizioni della Coppa dei Campioni di calcio, hanno conquistato altre otto volte il titolo europeo. Le tredici coppe in bacheca fanno della squadra madrilena la più vincente del vecchio continente (davanti al Milan, sette volte campione).

[continua]

Fonte: l'autore Marco Fiammetta

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 2 settimane

    Senza offesa, mi fai venire il mal di testa, meglio sarebbe essere daltonici, ma per favore… scriviamo di sport che e’ meglio,non dei colori dell’iride. Io capisco tutto e tutti ,quando e’ troppo e’ troppo pero’!

  2. fiammmarco - 2 settimane

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.