I problemi strutturali nel calcio e nel basket

L'assessore allo sport di Milano Roberta Guaineri, Egidio Bianchi(presidente Lega basket) e Nicola Colombo discutono sul problema strutturale della nazione

di Giovanni D'elia
Giovanni D'elia
(70 articoli pubblicati)
ESCLUSIVA MILAN Foto LaPresse - Spada15

Nella giornata di ieri, in occasione della 15°edizione del Sole 24 Ore "Sport Business Management" ho avuto la fortuna di ascoltare e discutere con: Egidio Bianchi (presidente della Lega Basket Serie A), Roberta Guainieri( Assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita-Comune di Milano) e Nicola Colombo (presidente del Monza Calcio). Il tema principale del dibattito è stato il problema strutturale e la mancanza di impianti sportivi nella nostra nazione.

Ad aprire il dibattito è stato Egidio Bianchi, subito dopo aver espresso la sua gratitudine nei confronti della nostra Nazionale di basket, qualificata ai Mondiali dopo ben 13 anni, ha intrapreso il dibattito sul problema impiantistico italiano. il presidente Bianchi ha messo in evidenza alcune situazioni deficitarie nelle impiantistiche italiane. Continua Bianchi soffermandosi sull'impianto del Cremona Basket, assolutamente non idoneo a questa categoria, affermando che la stessa Cremona ha bisogno di un impianto nuovo. Il presidente continua rispondendo ad alcune domande dei futuri "manager" presenti in aula dichiarando che esso in prima persona si è già mosso per sistemare qualche "falla", ma rimane comunque un grande problema in quanto i Comuni non hanno risorse sufficienti da investire negli impianti.

Il dibattito è continuato con il parere del presidente del Monza Calcio, Nicola Colombo. Egli dopo aver messo in evidenza i problemi manageriali e gestionali della Lega Pro è subito tornato sul problema impiantistico. Ha proseguito poi mettendo in primo piano i diversi problemi negli impianti dell'ex serie C, soffermandosi proprio sulla sua squadra, dichiarando: "Il Monza si è mosso per la costruzione di uno stadio di proprietà con tanto di area retail, dove poter passare un po' di tempo nel pre e post partita. A concludere il dibattito ci ha pensato poi l'Assessore Roberta Guaineri, sottolineando la "realtà unica" di San Siro e dichiarando che le due squadre milanesi (Milan e Inter) hanno un accordo con il comune fino al 2030, per tutta la gestione dello stadio Giuseppe Meazza. Guarnieri ha poi concluso il dibattito ritenendo vergognoso che il Museo di San Siro sia il terzo più visitato della città ma ciò fa capire l'importanza di uno stadio che ormai da anni ha preso il soprannome di "Scala del calcio".

Fonte: l'autore Giovanni D'elia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.