Dopo la corsa, la Virtus soffre

Sconfitta ai quarti la Virtus Bologna, terza partita persa nell’ultima settimana.

di Maria angelica Fedrigon
Maria angelica Fedrigon
(3 articoli pubblicati)
I bianconeri

Ore di tensione per le V nere alla Vitrifrigo Arena di Pesaro, dove si è disputata la partita tra Virtus Bologna e Umana Reyer Venezia, con la quale i bolognesi escono fuori dai giochi della Coppa Italia. Gaines e Delia out per turnazione. Teodosic arranca, il tiro da tre complessivamente sotto tono e Bologna risente l’alta fisicità dei veneti. 

La Virtus prende un parziale dagli uomini di De Raffaele già al primo quarto per 8-0 che diventano in pochi istanti 11-0 con una tripla di De Nicolao. La Virtus migliora un po’ in difesa e riesce a dare “noia” a Venezia, anche se quest’ultima rimane avanti di buon passo. Fine primo quarto e le V nere sono sotto di 10 punti. Al 7’ del secondo quarto la prima tripla della serata per i bianconeri messa a segno da Weems, a cui segue la schiacciata di Hunter e si arriva così al -3. Marcovic si fa male alla fronte, quasi vicino all’occhio, a causa di un colpo involontario, ed è costretto ad uscire, ma rientrerà grintoso e giocherà comunque con un occhio gonfio. Una tripla di De Nicolao riporta a +6 Venezia, la Virtus alza il ritmo e nonostante le palle perse e la scarsa percentuale nel tiro dalla distanza non si allontana dalla Reyer. Si chiude il primo tempo con Venezia avanti 37-32.

Dopo il rientro dagli spogliatoi due canestri di Gamble portano la Virtus a -1 mentre Venezia mette una tripla. Al 7’ del terzo quarto Markovic porta Bologna in pareggio e poco dopo Weems dà il vantaggio alla formazione di Djordjevic. La Virtus commette alcuni errori che fanno raggiungere di nuovo il +3 a Venezia. A Chappell viene fischiato antisportivo su un contropiede di Marble ma “regala” a Bologna un solo punto. Il terzo quarto si chiude 47-50.

L’ultimo quarto, quello che dovrebbe essere decisivo, viene giocato punto a punto. Venezia è a +5 con il gioco di Tonut, le triple di Teodosic e Markovic portano la Virtus avanti a sei minuti dal termine. Entrambe le parti tentano un po’ di bombe qua e là. A due minuti dalla fine Chappell la mette da tre e stoppa la tripla di Teodosic così Venezia torna a +3 a 90 secondi dalla fine. Markovic pareggia. Susseguono una serie di falli e tiri liberi sbagliati: Daye manda Teodosic in lunetta con 1 su 2 a sette secondi dalla fine, Hunter spende fallo su De Nicolao che sbaglia i liberi e si va al supplementare.

L’over time sembra essere ben gestito ma un fallo di Markovic a 100 secondi dalla fine manda Bramos sulla lunetta per tre tiri liberi, tutti e tre messi a segno, così Venezia è sul +3. Markovic segna un libero, ma Chappell risponde portando i suoi a +4 a 74 secondi dalla fine. Markovic non ci sta a perdere, mette una tripla, Hunter in lunetta a 25 secondi dalla fine per il +1 Virtus. Daye smonta tutto con un punto a tre secondi dalla sirena. Venezia è in semifinale contro l’Olimpia Milano; esce la favorita, forse proprio questa la ragione della pressione di cui la Virtus ha accusato. Per la Segafredo c’è tanta amarezza dopo tre importanti partite perse.
 

 

Fonte: l'autore Maria angelica Fedrigon

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.