Cecilia Zandalasini: l’eroina dei due mondi

Dopo aver conquistato l'America la cestista italiana tornerà ad ottobre per provare a conquistare l'Europa col Fenerbahce

di Andrea D'amore
Andrea D'amore
(22 articoli pubblicati)
Zandala-three-ni

Cecilia ha 22 anni e ama giocare a pallacanestro. Fino a un paio d’anni fa era poco conosciuta, in un paese quale l’Italia dove prendere a calci un pallone è lo sport nazionale lei ha preferito decidere di tirare a canestro. E ha fatto centro. Il punto di svolta della sua carriera è stato il Campionato femminile di pallacanestro Under-20 svoltosi in Portogallo nel mese di luglio del 2016. Con la sua grinta e i suoi canestri ha portato la nazionale italiana ha raggiungere la finale per il titolo, si è dovuto arrendere a un passo dalla meta sconfitta dalla Spagna 71-69. 2 soli punti, un canestro ha separato lei e le sue compagne dal sogno di vincere la medaglia d’oro. Eppure lei aveva già vinto. Sulle televisioni e sui giornali si parlava di lei con sempre maggiore enfasi, e anche se rimaneva l’amarezza per quel titolo sfuggito all'ultimo la splendida cavalcata della nazionale trascinata da Cecilia rimarrà negli annali come una vera e proprio impresa sportiva.

Fu nominata MVP della competizione, ma lei era affamata di vittorie. Le sue prestazioni continuarono a crescere costantemente così come la sua fama, il suo nome era ormai sulla bocca di tutti. Era nata una stella. E fu così che l’anno successivo, dopo aver vinto il suo terzo titolo italiano con Schio e partecipato da protagonista al Campionato europeo femminile di Pallacanestro in Repubblica Ceca, la ragazza riceve una telefonata da lontano. Molto lontano. I want you Cecilia. Lo zio Tom l’aveva chiamata a se attratto dal suo talento, lei prepara la valigia e parte. Il 29 agosto 2017 firma un contratto con le Minnesota Lynx diventando così la più giovane cestista italiana a giocare oltreoceano. Qualche breve apparizione le consente di conquistare insieme alle sue nuove compagne il titolo WNBA, e di infilarsi l’agognato anello al dito. È il 5 ottobre 2017: Cecilia è la seconda italiana a raggiungere questo traguardo dopo Catarina Pollini. La sua carriera prende il volo e il suo coach americano piano piano comincia a darle fiducia.

Così aumentano i minuti giocati, e i punti segnati. Contro le New York Liberty segna 13 punti in 23 minuti di gioco siglando il suo career-high. Dopo un inizio stentato le sue Minnesota Lynx ingranano e vincono una partita dopo l’altra. In seguito a un suo canestro da 3 punti l’account twitter della squadra la ribattezza "Zandala-three-ni". Il pubblico la acclama: "Number 9! We want Ceci!" E lei risponde presente sul campo infilando un altro canestro. Le vittorie di fila diventano 6. Ed ecco un altro tweet delle Lynx, questa volta è un invito per noi italiani a ritwittare la notizia per farla partire titolare al prossimo All-Star Game. Arriva un’altra vittoria, questa volta contro le grandi rivali di Los Angeles, e l’annuncio: Cecilia ha firmato un contratto biennale col Fenerbahce. Una nuova sfida che inizierà ad ottobre al termine della stagione WNBA, l’obiettivo è quello di vincere l’Eurolega. Ne stai facendo di strada Cecilia e prestigiosi traguardi ti attendono. Le vacanze sono rimandate, in autunno si torna nel vecchio continente.

Fonte: l'autore Andrea D'amore

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.