California dreaming: il futuro di George e James potrebbe essere a L.A.

Si infittiscono i rumors sulle stelle di Cavs e Thunder. I Lakers sognano…

di Carlo Forciniti
Carlo Forciniti
(26 articoli pubblicati)
Miami Heat v Cleveland Cavaliers

“California dreamin’ on such a winter’s day”, cantavano i “The Mamas The Papas”. Lo stesso, chissà, potrebbero fare in queste settimane di fine (e gelido) inverno anche LeBron James e Paul George. A luglio, infatti, sia il “Re” della NBA, LeBron, che il fuoriclasse degli Oklahoma City Thunder, sfoglieranno idealmente la margherita. Perché quando a due giocatori del genere scade il contratto con la franchigia di turno, il margine di scelta è pressoché infinito. Sia per il primo che per il secondo, i rumors sul futuro si sprecano e molti di essi vertono verso Hollywood. Sponda Lakers più che Clippers. Come si sprecano, d’altronde, le manovre di Cleveland e Oklahoma (anzi di Westbrook…) per convincere James e George a restare dove sono.

RIVOLUZIONE CAVS In Ohio c’è un A.D. ed un P.D. Tradotto: un ante (trade) deadline ed un post  trade deadline. Perché la Cleveland che ha iniziato la stagione non è quella che la chiuderà. Rivoluzione doveva essere e rivoluzione è stata dopo una prima parte di stagione regolare che definire deludente è puro eufemismo. Tornare su chi si è accasato altrove e chi è approdato nel “Regno del Re” è ormai superfluo ma come si è visto nelle prime partite del nuovo corso, la squadra di Lue sembra aver tratto giovamento dal deciso restyling invernale. Basterà per convincere James a restare? Difficile dirlo. In occasione dell’All Star Game di Los Angeles, il #23 di Akron ha riservato parole al miele per la città degli angeli. Una serie di frasi di apprezzamento che hanno spinto molti a ritenere che sì, sarà proprio Los Angeles la nuova dimora di James. Nel frattempo, i Lakers hanno liberato in abbondanza spazio salariale proprio per provare a convincere LeBron che il matrimonio, a differenza di quello tra Renzo e Lucia nei Promessi Sposi, s’ha da fare. In ogni caso, è pronto il piano alternativo (e forse parallelo...) che porta alla stella dei Thunder…

LA CORTE DI RUSS Restando in tema manzoniano, chi non vedrebbe di buon occhio il possibile congiungimento tra George e Los Angeles sponda Lakers è certamente Russell Westbrook. Come il più classico dei Don Rodrigo, infatti, cerca di… sposare la sua causa. Il connubio con l’ex stella dei Pacers funziona a meraviglia. Sono ormai lontani i balbettii di inizio stagione. Oklahoma vince e convince, il duo Westbrook-George anche. Proprio per questo, Batman “Russ” vede in George il Robin ideale. Molto di una possibile convivenza prolungata, però, dipenderà dal cammino dei Thunder in post season. George vuole vincere. Lo stesso vuole fare LeBron. E se alla fine entrambi decidessero di provare a farlo in California?

Basketball - Olympics Day 16
Fonte: l'autore Carlo Forciniti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.