Wrestling, Monday Night Raw 25 anni dopo

Mentre la WWE si prepara a festeggiare il venticinquennale dello show, riviviamo il primo storico episodio dell'11 gennaio 1993

di Gianluca Caporlingua
Gianluca Caporlingua
(21 articoli pubblicati)
Il Manhattan Center

Monday Night Raw, il programma settimanale più longevo della storia televisiva americana, compie 25 anni. E lo fa in grande stile. Lunedì 22 gennaio, infatti, è previsto un supershow in cui saranno presenti sia lottatori di Raw che di SmackDown, insieme a un lungo elenco di leggende che hanno fatto la storia del wrestling. La particolarità è che lo spettacolo andrà in onda, dal vivo, da ben due diverse location: il Barclays Center di Brooklyn e il Manhattan Center, la cui Grand Ballroom fu la sede del primo storico episodio di Raw. La WWE torna, dunque, dove tutto ebbe inizio, l'11 gennaio 1993.

In una fredda serata newyorkese, Sean Mooney dava il benvenuto a tutti dalla strada davanti al Manhattan Center. A tutti tranne uno: Bobby Heenan - storico manager e telecronista recentemente scomparso - a cui Mooney precludeva l'accesso annunciandogli che, per l'occasione,  sarebbe stato rimpiazzato al team di commento dal comico e attore Rob Bartlett. A tutt'oggi ci si chiede perché mai la World Wrestling Federation avesse deciso di affiancare un comico - che non sapeva nulla di wrestling e i cui commenti erano il più delle volte fastidiosi - a Vince McMahon e a "Macho Man" Randy Savage. La sua avventura, di fatto, si sarebbe conclusa qualche mese più tardi. Ad ogni modo, quella sera, il divieto di entrata per Heenan sarebbe stato al centro di altri simpatici intermezzi fra un match e l'altro nel corso della puntata. 

Nel primo storico match di Raw si affrontarono l'imponente Yokozuna - che da lì a poco avrebbe vinto la Royal Rumble e sarebbe diventato campione del mondo a Wrestlemania IX - e, vittima sacrificale, il "piccolo" Koko B. Ware, che i fan ricordano perché portava sempre sul ring un pappagallo. 

Dopo un promo relativo all'imminente arrivo nella federazione di “The Narcissist” Lex Luger, fu la volta della vittoria degli Steiner Brothers, beniamini del pubblico, contro i mascherati Executioners

Uno dei top moments della serata fu l'intervista che Vince McMahon fece sul ring a Razor Ramon, indubbiamente uno dei personaggi più notevoli dell'intero panorama del wrestling di inizio anni Novanta, e l'avergli concesso la parte centrale dello show lo confermava.

Prima del main event, vi fu spazio anche per un match titolato. Il campione intercontinentale Shawn Michaels - già sulla strada per diventare una delle icone di questo sport-spettacolo - difese con successo la cintura contro Max Moon, che invece avrebbe arricchito la lunga galleria di personaggi improbabili proposti a volte da questo business

In Italia, nel 1993, Monday Night Raw non veniva ancora trasmesso ma si potevano vedere alcuni match ed highlights all'interno di contenitori come Wrestling Challenge o Superstars. Ricordo che, la prima volta che vidi le immagini provenienti dal Manhattan Center, rimasi colpito dalla peculiarità del posto, con quel "balconcino" che lo rendeva più "teatro" che arena. Un effetto scenico aggiunto che mi piacque molto.

E lo show, precedentemente introdotto da McMahon con lo slogan di "Uncut, Uncooked, Uncensored", si concluse nel più teatrale dei modi: l'incontro fra The Undertaker - oggi probabilmente la leggenda per eccellenza della WWE - e Damien Demento. Chi?!? Lo smarrimento è comprensibile. Ebbene sì, nel primo storico main event di  Raw trovò spazio anche questa sorta di personaggio da fumetto che "sentiva le voci nella testa" ed aveva un improbabile taglio di capelli. Al becchino bastarono due minuti e una tombstone per sbrigare la pratica. Di Demento, licenziato verso la fine di quell'anno, non si sarebbe più sentito parlare. Il segmento finale della puntata, con l'intervista a Doink il Clown - per rimanere in tema di personaggi cartooneschi - e l'apertura della porta d'ingresso, a spettacolo ormai concluso, a Bobby Heenan, rappresenta solo una nota a margine.

Il mondo aveva assistito al debutto di quello che sarebbe diventato lo show di wrestling più importante della storia. E, oggi come ieri, è ancora Monday Night Raw.

The Undertaker vs Damian Demento
Fonte: l'autore Gianluca Caporlingua

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. bernipappalardo - 3 anni

    tutta scena dopo un ora ho spento la tv e non riesco proprio a guardare sta pagliacciata

  2. Federico Bosi - 3 anni

    Io ho hype a mille per la puntata… non vedo l’ora!! Ci sarà da divertirsi

    1. TheGianlucaTV - 3 anni

      @Federico Bosi già

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.