Wrestlemania 34 in dieci punti

La trentaquattresima edizione dello Showcase of the Immortals è storia. Il debutto di Ronda Rousey e il main event per lo Universal Title fra i match migliori

di Gianluca Caporlingua
Gianluca Caporlingua
(21 articoli pubblicati)
Wrestlemania 34

La trentaquattresima edizione dello Showcase of the Immortals è storia. Abbiamo assistito a circa sette ore di spettacolo (fra kick-off ed evento vero e proprio). Chi vi scrive ha sbagliato (quasi) tutti i pronostici - un bene quando guardi il wrestling - e, mai domo, riassumerà comunque, di seguito, Wrestlemania 34 in dieci punti.

1. Cedric Alexander è il nuovo campione Cruiserweight. Continuo a non capire perché dovrebbe interessarmi 205 Live, uno show di pesi leggeri che fanno più o meno le stesse cose dei pesi massimiMatt Hardy ha vinto la Andre The Giant Memorial Battle Royal, aiutato dal suo ex nemico Bray Wyatt: questi due ci faranno tanto divertire. Naomi si è portata a casa il bruttissimo trofeo della prima Women's Battle Royal.

2. Miz ha difeso il titolo Intercontinentale in un Triple Threat Match contro Seth Rollins e Finn Bàlor.  Quest'ultimo, dopo essere passato da NXT Raw nel 2016, nell'arco di un mese era già diventato Universal Champion. Oggi, dopo il rientro dall'infortunio, sembra che la WWE gli faccia fare solo il "presenzialista" in incontri importanti che, però, vincono sempre altri. Stavolta è toccato a Rollins (primo pronostico sbagliato) che è diventato così anche Grand Slam Champion.

3. La WWE non è ancora pronta (o interessata?) ad avere un campione (o una campionessa) del mondo giapponese. L'invincibile Asuka ha perso la sua imbattibilità (secondo pronostico sbagliato) contro la campionessa di SmackdownCharlotte. Nel dream match fra A.J. Styles e Shinsuke Nakamura a prevalere è stato il campione del mondo in carica (terzo pronostico sbagliato). Bell'incontro, ma forse non al livello che tutti si aspettavano. Dopo la sconfitta, Nakamura ha tradito Styles con un colpo basso.

4. Finalmente, secondo logica, i pesi massimi vincono contro atleti più piccoli. I Bludgeon Brothers hanno battuto nettamente i propri avversari e conquistato in scioltezza le cinture di coppia di Smackdown. Stesso discorso per la nuova campionessa di Raw, Nia Jax, che ha prevalso su Alexa Bliss

5. Un'altra sorpresa è Jinder Mahal campione degli Stati Uniti (quarto pronostico sbagliato ma a Mahal, persona davvero gentile in privato coi fan, auguro sempre il meglio possibile).

6. Il debutto di Ronda Rousey, in coppia con Kurt Angle, ha dato vita a uno dei match più belli della serata, contro Triple H e sua moglie Stephanie McMahon. Incontro abbastanza caotico, chiuso dalla presa di sottomissione della ex MMA fighter ai danni della rampolla di casa McMahon. 

7. Che il match fra Cena e Undertaker si sarebbe fatto lo sapevano tutti. Potevano risparmiarci Cena-fan seduto fra il pubblico, rassegnato a non avere un incontro a Wrestlemania. L'incontro "a sorpresa" dura meno di 5 minuti ed è un tributo alla leggenda di un wrestler che non poteva chiudere la sua esperienza a Wrestlemania con una sconfitta. E di Cena possiamo pensare tutto, tranne che non sia un team player.

8. Daniel Bryan è tornato sul ring a due anni dal ritiro forzato. Una bellissima notizia coronata dalla vittoria, in squadra con Shane McMahon contro Sami Zayn e Kevin Owens, e dagli YES! del pubblico.

9. Sheamus e Cesaro attendevano di sapere chi sarebbe stato il partner di Braun Strowman. Si sperava in qualche ritorno a sorpresa e, invece, il gigante (ormai buono) ha scelto dal pubblico un bambino di dieci anni (avremmo scoperto da internet che si tratta del figlio di un arbitro WWE), e ha vinto con lui le cinture (sigh!).

10. Il main event per lo Universal Title è stato uno scontro solido e all'altezza fra Brock Lesnar e Roman Reigns, alla fine una maschera di sangue. Date le insistenti voci di un ritorno di Lesnar in UFC, ci si aspettava (quinto pronostico sbagliato) una vittoria di Reigns nella rivincita dell'incontro di Wrestlemania 31. The beast, invece, ha sorpreso tutti firmando, prima, un rinnovo con la WWE (che gli permetterà di lottare anche in UFC) e mantenendo, quindi, a New Orleans il titolo che è suo ormai da oltre un anno.

La fonte dell'articolo è l'autore Gianluca Caporlingua

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.