Wimbledon 2018: welcome back “Djoker”

La centocinquantesima edizione di Wimbledon riconsegna al tennis il miglior Djokovic, capace di vincere per la quarta volta sui prati inglesi.

di Jacopo Sansuini
Jacopo Sansuini
(28 articoli pubblicati)
Wimbledon 2018 Nole si riprende la Coppa

La recente edizione del torneo maschile di Wibledon, emozionante e combattuta come non accadeva da tempo, ha riportato in auge ed alla ribalta Novak Djokovic, che con il successo in finale ai danni del sudafricano Anderson, ha portato a quattro i successi ottenuti nello slam londinese. Proprio una bella rivincita. Già perchè la passata edizione dei Championships per il tennista serbo, fu estremamente deludente e triste,  costretto al ritiro nella partita dei quarti di finale contro Tomas Berdych, per il riacutizzarsi dell'infortunio al gomito destro. Qualche settimana più tardi, avrebbe annunciato tramite la sua pagina Facebook,  il ritiro da tutte le competizioni in programma per il resto della stagione, dando appuntamento ai suoi tifosi per l'inizio del 2018. 

Il rientro però è più difficile del previsto, i sei mesi di competa inattività si fanno sentire e nello slam australiano perde al quarto turno dal giovane koreano Chung. La situazione non migliora neanche nei primi due master mille della stagione ad Indian Wells e Miami, dove esce sempre al primo turno. Il tennis di Djokovic inizia a farsi intravvedere nei primi tornei in primavera sulla terra rossa europea. Ma il rientro al top è ancora distante. Agli interazionali di Roma, la sua corsa viene fermata in semifinale da Nadal. Agli Open di Francia è invece il nostro Cecchinato ad eliminare il serbo ai quarti. 

L'arrivo dell'erba però risveglia i sensi di "Djoker" che arriva in finale al torneo del Queens di Londra dove viene sconfitto dopo oltre tre ore di battaglia da Marin Cilic. Finalmente ritorna a Wimbledon, e lo fa da testa di serie numero 12,  ad un anno esatto da quell'infortunio al gomito destro. Le vittorie su Sandgren, Zeballos, Edmund, Chachanov e Nishikori regalano al serbo la semifinale contro il numero uno del mondo Rafa Nadal. La partita è una delle più belle della storia di questo sport, impreziosita ulteriormente da quel valore aggiunto che è il centrale dei Wimbledon. Alla fine dopo oltre cinque ore di gioco, disputate a cavallo di due giorni, vince Nole dieci a otto al quinto set. E' tornato. La quinta finale dei Championships è servita. Ad attenderlo Kevin Anderson giustiziere ai quarti di Roger Federer. Praticamente non c'è mai partita con il serbo che sbriga la pratica il tre set. Game set match, il "Djoker" è tornato. 

Wimbledon 2017 l'infortunio di Djokovic
Fonte: l'autore Jacopo Sansuini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.