Volley mondiali femminili, le azzurre si giocano tutto in due giorni

Le ragazze di Mazzanti, ancora imbattute, si giocano le Final Six contro Russia e Usa. E, nonostante siano sfavorite, hanno bisogno "solo" di due tie break

di Marco Michelli
Marco Michelli
(30 articoli pubblicati)
il muro delle azzurre contro la Thailand

Tutto in due giorni. E’ questo il responso prima degli ultimi due match della Pool F che decretano le tre qualificate alla Final Six di Nagoya. Pronostico rispettato, dunque, visto che nessuna della pretendenti ha sbagliato un colpo: saranno solamente le sfide incrociate a stabilire il ranking e l'accesso al turno successivo. Brave le ragazze a passare indenni gli incontri contro Azerbajian e Thailandia, sulla carta abbordabili, ma pur sempre insidiosi e a rimanere in vetta al girone, potendo guardare le altre dall'alto e vantare, unica tra tutte le contendenti del nostro raggruppamento, un punteggio pieno con sette vittore su altrettanti incontri.

Adesso, per diventare una delle sei regine, le azzurre posso contare su un piccolissimo vantaggio, vale a dire quei due punti in più frutto del cammino immacolato della prima fase che, in un arrivo testa a testa, potrebbero fare tutta la differenza del mondo. Contro di noi due potenze assolute, nonché le prime due classificate del girone incrociato con il nostro: domani, nella nostra mattina, sarà la volta della Russia, ossia la squadra più decorata al mondo e sette volte campione iridata e, il giorno dopo, gli Stati Uniti vale a dire l’altra formazione finora imbattuta che in panchina ha quell’indimenticato campione che porta il nome di Karch Kiraly e che detiene il titolo mondiale 2014, oltre che il bronzo olimpico di Rio.

Insomma, un testa a testa che davvero può stravolgere la classifica ma che, certamente, potrà misurare davvero le ambizioni della squadra di Mazzanti. Come dire: fino adesso abbiamo scherzato, anche se le nostre ragazze di sono comportate egregiamente, mentre adesso le cose si fanno maledettamente più complicate. Questo terzetto di squadre insieme alla Cina si giocherà il passaggio del turno: sulla carta partono sfavorite ma, visto che le sfide saranno incrociate bisognerà giocare d'astuzia e mantenere un occhio alla classifica. Perché a noi servono anche solo due punti, ottenuti con due tie break contro ciascuna delle avversarie per avere la certezza matematica di volare a Nagoya. Un’inezia o forse una montagna insormontabile: adesso conterà moltissimo la testa di una squadra forgiata benissimo e che proprio nell’amalgama ha il suo punto di forza, insieme alla giovane età delle azzurre - che, non ci stancheremo mai di dirlo, annovera dieci esordienti e ha un'età media inferiore ai 23 anni - che hanno in Paola Egonu e Myriam Sylla i principali terminali offensivi.

Dunque, alla loro euforia va controbilanciata l’esperienza delle più blasonate avversarie: chi meglio saprà tenere la concentrazione staccherà l’ambito pass destinazione Final Six. E per le nostre azzurre sarebbe un premio di assoluto valore nella crescita di una formazione che ha tutto per guardare al futuro senza porsi limiti

Fonte: l'autore Marco Michelli

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. mwm - 5 giorni

    Per fortuna non c’è più bisogno di fare calcoli. La vittoria, magnifica, contro la Russia ci regala, oltre l’accesso alla Final Six senza patemi, addirittura il primo posto. Adesso queste ragazze non hanno limiti e come underdog possono spaventare chiunque.

  2. Lu - 6 giorni

    Sicuro che bastano due punti?

    1. mwm - 6 giorni

      se ne otteniamo 1 contro ciascuna avversaria ci bastano per la matematica certezza, complice lo scontro diretto con la Cina in caso di parità. Comunque spero che arrivare a fare tutti gli eventuali calcoli non sia necessario anche se, ripeto, le avversarie sulla carta sono superiori.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.