Tragico marzo: addio a Davide Astori, Fabrizio Frizzi e a Emiliano Mondonico

Quando gli addii diventano particolarmente duri da accettare,perché riguardano dispensatori di sorrisi veri,genuini ,non costruiti.

di Massimiliano Cerbai
Massimiliano Cerbai
(25 articoli pubblicati)
Astori e Mondo

Marzo, il mese che volge alla primavera, sinonimo di rinascita dopo mesi freddi, rigidi e particolarmente difficili dal punto di vista climatico. Lo si attende anno dopo anno proprio per gettarsi alle spalle l'inverno e proiettarsi finalmente verso la dolcezza climatica che poi ritroviamo nei sorrisi delle persone che incontriamo nella vita reale come in quella virtuale, della televisione, della carta patinata. Quindi se solitamente non accettiamo le dipartite di persone care e buone, a maggior ragione lo facciamo in questo periodo ,dove il buonumore e'spesso predominante.

Marzo del 2016 resterà però tristemente famoso per la scomparsa di tre personaggi famosi che hanno fatto del sorriso e dello splendore d'animo il loro modus vivendiDavide Astori, Fabrizio Frizzi ed Emiliano Mondonico. Noi comuni mortali pensiamo che appunto i personaggi famosi abbiano molteplici facce da presentare ad ogni situazione, fortunatamente a volte non è così. 

Davide Astori (scomparso il 4 marzo) infatti, terminati gli allenamenti, era solito soffermarsi con i più piccoli che lo circondavano elemosinando un autografo e lui non li deludeva mai. Ci sono decine di "selfie" che lo testimoniano in questi tristi giorni, accompagnati da sorrisi mai uguali e per questo speciali, donati in ogni situazione. Ciao Davide, Capitano per sempre.

Fabrizio Frizzi (scomparso il 26 marzo) è stata una figura che è saputa entrare nel nostro quotidiano in punta di piedi fin dalla metà degli anni '80, con la sua semplicità e la sua "normalità " (qualità non comune in questi ambiti), con i suoi sorrisi coinvolgenti e comunicativi, mai costruiti, che facevano parte della sua vita ricca anche di opere nel sociale (come la donazione di midollo ad una bimba che non conosceva). Ci mancherai Fabrizio, come un parente amato da sempre.

Emiliano Mondonico (scomparso il 29 marzo), Mondo, per tutti è stato un personaggio, non personaggio, del mondo del calcio, la classica persona "pane e salame", schietta e diretta, dal sorriso spontaneo, condito da  venature malinconiche frutto anche delle sue origini paesane, dove sai che se non dai tutto nessuno ti regala niente. La grandezza di Mondo la riassumerei in quel momento in cui la sua Fiorentina (sua in tutti i sensi, perché ne era anche tifoso) vinse lo spareggio col Perugia e tutti lo volevano sul terreno di gioco a festeggiare, ma lui, il Mondo, scappò negli spogliatoi perché, parole sue, "la promozione è dei giocatori". Ciao Mondo, mancherai a tutti.

Ecco quindi tre esempi di persone che avevano almeno lo stesso filo conduttore, grande rettitudine morale ed un sorriso che ti avvolgeva come un abbraccio. Il sorriso, sì, quell'espressione molto comunicativa che ti collega direttamente col cuore della gente, prerogativa principale di questi tre meravigliosi esempi di uomini, che di falso e costruito non avevano niente.

Fabrizio Frizzi
Fonte: l'autore Massimiliano Cerbai

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. francesco.gigante9 - 3 anni

    Articolo ben fatto , complimenti

    1. Max Cerbai - 3 anni

      Grazie,fatto col cuore.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.