Tortu vs Jacobs, la nuova sfida dell’atletica italiana

Filippo e Marcell avranno a Doha l'occasione del confronto diretto. Ma cosa può davvero portare al nostro movimento questa nuova sfida?

di Mattia Gallo
Mattia Gallo
(22 articoli pubblicati)
Tortu, 21 anni, e Jacobs, 24

La storia dell'atletica Italiana non ha mai avute grandi sfide storiche, si potrebbe pensare a Berruti e Mennea che qualche gara contro l'hanno anche corsa ma troppo giovane uno e già vicino al tramonto della sua carriera l'altro per dare vita ad una sfida veritiera. Forse il disco del secondo dopo guerra ci avrebbe potuto regalare una sfida avvincente nel duello Consolini-Tosi, il problema è che il divario tecnico era tale da non mettere mai in discussione l'oro del primo e l'argento dell'altro che fosse campionato italiano, europeo, mondiale o olimpiade. A livello internazionale non stiamo neanche a ricordarle, lo stesso Bolt ha avuto ogni stagione (o quasi) un avversario diverso che si avvicinava, il problema è che poi nessuno lo raggiungeva mai.

Ebbene anche per il nostro movimento potrebbe esserci una prima volta, e per di più nella gara più rappresentativa e attesa dell'atletica, i 100 metri. Uno è il primo Italiano ad essere sceso sotto i 10" nel 2018, l'altro è il primatista stagionale con 10"03. Il primo è nato in Sardegna, l'altro a El passo, America. Entrambi si sono trasferiti da piccoli. Uno è arrivato secondo ai mondiali U20, l'altro secondo in Coppa Europa. Uno è Filippo, l'altro è Marcell Jacobs.

Doveva essere Minsk il teatro della sfida tra i due velocisti nostrani ma Jacobs a pochi giorni dalla partenza per la Bielorussia ha dovuto rinunciare per un piccolo guaio fisico e allora l'appuntamento sarà a Doha. Il Khalifa stadium vedrà di scena, tra poco più di una settimana, le nostre due punte della (e di) velocità. Entrambi hanno avuto più di qualche stop per infortuni, ma per il mondiale dovrebbero essere entrambi al top.

Ha bisogno anche di questo il nostro movimento, di sfide. A distanza, e soprattutto, dirette. Nello sport niente più della sfida porta la gente allo stadio o sulle strade. Erano Bartali e Coppi che facevano tenere migliaia di Italiani attaccati alla radio, creando vere e proprie fazioni. Nel calcio un derby smuove le anime di una città, porta allo stadio anche chi magari le altre domeniche guarda la partita da casa. Lo sport ha nella sua vocazione più profonda quella di prendere persone e metterle una contro l'altra, senza motivi bellici, nel rispetto totale delle regole e del fair-play.  Mi piace pensare che sia lo sport l'unico campo di battaglia a cui un uomo dovrebbe ambire.

Tortu e Jacobs potrebbero ridare all'atletica italiana quello che gli manca, il sapore della sfida, del confronto. Magari questa sfida potrebbe avere il suo culmine nei campionati italiani, che il secondo fa tutti gli anni, il primo, invece, mai. Nella massima competizione nazionale ci deve anche essere la massima sfida nazionale, punto. In più questa sfida darebbe nuova linfa anche alla 4x100 che con due punte così, e dietro di loro seconde punte valide, può puntare in alto. A Doha magari una finale, forse un sogno ma tanto l'unico modo per realizzarli, i sogni, è tirarli fuori dal cassetto.

E se le sfide portano le persone allo stadio, come già detto, non portano solo tifosi ma anche nuovi atleti. Il giovane che vedeva pedalare Bartali in maglia rosa per le strade del suo paesino staccando Coppi (e viceversa, sennò i coppiani insorgono) si sente in dovere di provare a imitare il suo campione. Maradona ha lasciato Napoli come una città di calciatori, ogni ragazzo voleva sentirsi anche lui un po' come il campione argentino. Imitare non significa emulare, significa ispirarsi a qualcuno per provare a raggiungere la sua qualità sportiva e umana.

La sfida Tortu-Jacobs probabilmente non avrà tutte queste aspirazioni, ma nel vento nuovo da cui l'atletica italiana si è vista travolgere quest'anno potrebbero rappresentare la ciliegina sulla torta.

Fonte: l'autore Mattia Gallo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.