Storie di vita e di calcio: Pedro ed il suo originalissimo album

Pedro, un bambino di Bauru di soli 8 anni, ha superato le difficoltà economiche della sua famiglia ed ha creato un album di figurine assolutamente speciale

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
Pedro ed il suo album di figurine

Il calcio, fenomeno mondiale che attrae bambini, adulti ed anziani di ogni ceto sociale. Quanti di noi si sono appassionati al gioco del pallone fin dalla più tenera età? Come dimenticare, i primi gadget, le prime partite allo stadio e gli scambi accaniti di stickers con i compagni di scuola. Quelle figurine che raffigurano il sogno di ogni bambino, il proprio idolo, il ragazzo a cui ispirarsi, l’uomo da prendere come modello e da imitare nelle partitelle con gli amici. Tutti i bambini hanno il diritto di sognare ad occhi aperti. La storia di Pedro è la storia di un ragazzino meno fortunato di altri, che ha saputo con la sua creatività e genialità superare le difficoltà economiche della famiglia. 

Il bambino brasiliano aveva un sogno, un piccolo ma grande sogno. Un desiderio semplice e genuino, comune a tutti i ragazzini della sua età. Pedro sognava di collezionare le figurine dei suoi miti, dei suoi calciatori preferiti ma purtroppo, i suoi genitori non potevano permettersi di acquistare neanche un pacchetto di quelle meravigliose fotografie da attaccare con cura e precisione maniacale. Certe volte la vita può essere molto crudele ma mai, e dico mai, potrà privare un bambino dal desiderio di realizzare i suoi sogni. Pedro ha messo in gioco la sua creatività ed ha disegnato su dei semplici fogli di carta, 128 delle 628 figurine create dalla Panini in occasione del mondiale di Russia 2018. Un lavoro certosino e precisissimo: sul foglietto, infatti, non compare solo la figura del calciatore ma anche il nome, il logo ed i dati statistici.

Il piccolo bambino dello Stato di San Paolo non si è arreso, non ha impedito al suo sogno di trasformarsi in realtà. Con tanta volontà ha cercato di andare oltre alle difficoltà economiche e si è saputo “accontentare” di una raccolta fai da te. Una collezione mille volte più preziosa, dal profondo significato morale e sociale. Un album unico che insegna come il calcio è passione e niente e nessuno può privare un bambino dal perseguire i propri desideri. I desideri semplici, di un ragazzino povero a livello economico ma ricchissimo di valori. La Panini, venuta a conoscenza, tramite i social, della storia del piccolo di Bauru, ha regalato a Pedro l’album completo di tutte le figurine del Mondiale di Russia 2018. Ma non è tutto, infatti, la famosissima azienda di Modena ha creato uno sticker personalizzato che raffigura il bambino. 

Pedro. 8 anni. Brasiliano. Un bambino povero che ha messo in campo tutta la sua voglia e la sua determinazione per superare le difficoltà di una famiglia, che ha saputo insegnare al figlio i valori più importanti. Quei valori che lo sport mira a diffondere ma che non sempre vengono presi ad esempio da tifosi, sportivi ed appassionati. 

Nella vita bisogna perseguire i propri sogni e non arrendersi mai davanti alle difficoltà. E la storia di Pedro lo dimostra...

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.