Sofia Goggia, una Coppa per la storia!

L'azzurra, dopo l'oro Olimpico, vince la Coppa di discesa libera

di Pietro Saccone
Pietro Saccone
(184 articoli pubblicati)
Audi FIS Alpine Ski World Cup Finals - Men's and Women's Downhill

Evvai, sofia! La Coppa è tua! Sofia Goggia vince, dopo l'oro olimpico, la Coppa di discesa libera.

L'azzurra è la prima a conquistare nella stessa stagione i due magnifici trionfi: dopo la medaglia d'oro di PyeongChang arriva la tanto desiderata coppa di specialità al termine di un duello bellissimo con la regina Lindsey Vonn. Sofia l'ha spuntata per soli 3 punti, un distacco minimo che però le permette di chiudere in maniera perfetta una stagione fantastica che resterà per sempre nella storia dello sci.

La discesa finale ad Are, in Svezia, è stata notevolmente accorciata per il maltempo. La vittoria è andata a Vonn, che per soli 6 centesimi ha vinto davanti a Sofia, fino a quel momento al comando. Un terzo posto avrebbe vanificato la stagione e così l'attesa per la discesa delle ultime sciatrici in gara è stata carica di pensieri e tensione fino alla chiusura liberatoria: è Coppa!! Trionfo totale per la bergamasca a chiudere una stagione perfetta.

Applausi a scena aperta anche per Lindsey Vonn: l'americana ha abbracciato l'amica-rivale al termine, scura in volto per non aver conquistato il 17esimo trofeo di specialità in carriera: la Regina statunitense resta a 16 come Stenmark ma ad Are ha ottenuto la vittoria numero 82(!) in carriera, arrivando a soli 4 trionfi dal mitico svedese: la Vonn è comunque nella storia di questo sport. Adesso però è il momento della nostra Sofia Goggia. 

"Un momento meraviglioso, un sogno che si avvera oggi. I giorni precedenti sono stati durissimi da vivere, la tensione è stata altissima. Ero distrutta ed affaticatissima. Lindsey Vonn? Lei ha vinto la gara, ma io ho vinto la classifica generale: è un grandissimo onore gareggiare con lei, per me batterla alla fine di questa stagione è qualcosa di incredibile". dice Sofia Goggia, che prosegue: "Tutto dipendeva da questa gara, secca. Pista nuova per tutte, prove a singhiozzo, io che ieri ero uscita. Attesa lunghissima ed estenuante, ma alla fine ciò che andava portato a casa, io ce l'ho. Dopo l'oro in Corea sapevo che potevo puntare anche a questa coppa, ma non è stato facile. Alla vigilia qualche incertezza l'ho avuta dopo aver saltato una porta nella prova cronometrata. Oggi ho sciato bene e quando ho tagliato il traguardo ed ho visto la luce verde ho capito di essere al comando. Ma ancora doveva scendere Lindsey, che avrebbe avuto addosso tutta la pressione. Ma ce l'ha fatta ed è finita davanti a me per soli sei centesimi: pochi ma moltissimi in una gara così breve. È stato a questo punto che è cominciata la sofferenza più grande: bastava che qualcuna si fosse infilata tra me e Lindsey ed addio coppa visto che c'erano soli tre punti di differenza. Ho temuto la gara di altre e che magari fosse ancora una volta Ester Ledecka a ripetersi a sorpresa come aveva fatto vincendo l'oro in superG in Corea. Per fortuna è andata bene".

Sofia è la seconda azzurra a vincere la coppa di discesa libera e riporta il trofeo in Italia a 16 anni dalla seconda affermazione di Isolde Kostner: il 14 marzo 2018 è un giorno che resterà per sempre nella storia dello sci italiano.

Fonte: l'autore Pietro Saccone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.