Sipario su Doha, lo spettacolo inatteso alla fine è arrivato

Tra sorprese, conferme, ribaltamenti all'ultimo lancio si chiude il diciassettesimo mondiale di atletica. Possiamo esserne soddisfatti.

di Mattia Gallo
Mattia Gallo
(19 articoli pubblicati)
il podio dell39asta maschile a Doha

A tre giorni dalla conclusione dei mondiali di Doha è il momento di fare qualche considerazione. I mondiali che si annunciavano spenti e noiosi si sono rivelati ricchi di sfide e hanno portato a più di qualche ottimo risultato, per quanto riguarda le gare nello stadio. Se usciamo dal Khalifa la situazione è stata ben diversa, le gare di marcia e le due maratone hanno offerto degli spettacoli a dir poco drammatici, le gare si sono trasformate in competizioni a eliminazione, le alte temperature, ma soprattutto percentuali di umidità assurde, hanno messo a dura prova tutti gli atleti. Per questo le gare esterne allo stadio non hanno poi portato grossi risultati cronometrici e anche sul piano agonistico c'è poco da commentare.

All'interno dell'anello, invece, i mega bocchettoni di aria condizionata hanno reso le condizioni di gara migliori, le gare di corsa, lente e veloci, non hanno tradito e anche nei concorsi le sfide all'ultimo lancio e all'ultimo salto non sono mancate. Se pensiamo alla gara di peso maschile, forse la gara ritenuta la più noiosa del programma, torna ancora la pelle d'oca per quell'ultimo lancio a 21.91 m del polacco Kovacs che ha scalzato Tom Walsh dal primo posto per 1 cm, dopo che aveva condotto tutta la gara. sempre al maschile non si può non ricordare la gara di salto con l'asta, dove l'americano Kendricks e lo Svedese Duplantis hanno dato vita ad un duello che li ha portati molto in alto, la meglio ce l'ha avuta l'americano ma il diciannovenne ha messo un'altra volta le cose in chiaro su chi terrà in mano il futuro di questa specialità. La sorpresa al maschile è arrivata dal lungo dove Echevarria ha chiuso clamorosamente al terzo posto saltando come mai aveva fatto in questa stagione, dove non aveva mai perso.

I concorsi al femminile sono stati altrettanto esaltanti. Il salto in alto ha visto confermarsi il pronostico della Lasitskene sul primo posto del podio ma ha dovuto lottare con una serie di giovani arrembanti che a Doha sono sbocciate e hanno messo in seria difficoltà la russa. Il lungo ha visto arrivare la tedesca Mihambo a 7.30 m, una misura che al mondo era da tanto che non si vedeva, il record del mondo è ancora lontano ma l'età può far sognare in grande. Anche il triplo ha accarezzato il record mondiale con la venezuelana Rojas si è spinta a 15.40 m a poco più di 10 cm. Il giavellotto ha regalato una splendida medaglia d'oro all'Australia contro ogni pronostico.

Le gare sull'anello sono state tutte belle, dove il tempo non è arrivato è arrivata la sfida e dove la sfida non è arrivata è arrivato il tempo. Basti solo ricordare il fantasmagorico 52.14 di Dalila Muhammad nei 400 hs, nuovo record del mondo, oppure il 48.14 della Naser sui 400 piani, è stata la facilità dimostrata a sorprendere. Al maschile i 400 hs con Wharolm non hanno portato al'atteso record del mondo ma per quello c'è tempo, i 100 maschili come sempre hanno regalato grande show. Stagione in pista ormai definitivamente archiviata, la grande atletica la rivedremo nei prati con tutti i cross, per chi, invece, della pista non può proprio fare a meno l'appuntamento è a gennaio con le indoor. Tutto in preparazione al massimo evento dello sport e per uno sportivo nel 2020, la pelle d'oca viene anche solo pronunciandole, ci saranno le olimpiadi.

Fonte: l'autore Mattia Gallo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.