Siena, dopo 18 anni torna un Palio Straordinario

Era dal 2000 che la storica corsa non aveva un appuntamento oltre le date consuete: retroscena e aspettative dell'evento

di Edoardo Gori
Edoardo Gori
(123 articoli pubblicati)
In Piazza per unoccasione speciale dopo

Di solito a Siena l’autunno giunge il 17 agosto, il giorno dopo il Palio dell’Assunta, quando il popolo di una contrada porta nel proprio museo il drappellone appena vinto e gli altri sedici cominciano ad aspettare per la rivincita il 2 luglio dell’anno seguente, la consueta data del Palio di Provenzano. Ma a volte capita che a Siena arrivi un anno o un’occasione così particolare e speciale che si decida di organizzare un terzo Palio, lo Straordinario, che può corrersi anche in primavera o in autunno.

Tale scenario ha cominciato a paventarsi lo scorso 20 agosto, quando il Comune ha annunciato alle Contrade che era giunta una proposta dal Consiglio Periferico “Assoarma” per organizzare uno Straordinario in onore del Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale. Perciò, dopo la delibera comunale di fine agosto, è stata convocata per l’11 settembre una riunione d’urgenza delle contrade per accettare o meno la proposta: servivano almeno dieci sì su diciassette, e ne sono arrivati proprio dieci. Il Palio Straordinario è diventato così realtà, a 18 anni dall’ultima volta (si era tenuto il 9 settembre 2000 per celebrare il nuovo millennio e il Giubileo ed era stato vinto dalla Selva). Nel corso delle ultime settimane hanno quindi aderito anche le sette contrade che avevano inizialmente votato contro (Drago, Chiocciola, Torre, Oca, Onda, Valdimontone e Lupa) e in seguito hanno preso forma anche le tappe dell’evento: il 30 settembre, alle ore 17:30, sapremo chi scenderà in Piazza del Campo per contendersi il Drappellone (correranno come di consueto in dieci) sabato 20 ottobre alle ore 17, mentre nei giorni prossimi alla corsa ci saranno i sorteggi dei cavalli e le tratte per i fantini. Proprio la scelta degli interpreti sarà uno degli elementi più interessanti, visto che qualche cavallo ha gareggiato in entrambe le occasioni (come lo stesso Porto Alabe che ha trionfato ad agosto) e potrebbe essere fuori forma (Rocco Nice, vittorioso a luglio col Drago, è già tra i forfait), mentre la notizia dell’evento ha suscitato grande entusiasmo tra i fantini.

Sarà un Palio che come tutti gli Straordinari uscirà dai consueti canoni e che avrà un posto particolare nella storia della festa. Per fare un esempio basta ricordare il penultimo Palio Straordinario, quello del 13 settembre 1986 che fu vinto dal Valdimontone ai danni dei rivali del Nicchio, dopo un’aspra lotta. Un ricordo che è ancora vivo in entrambi i popoli. Se un episodio del genere si ripetesse, darebbe a quest’occasione speciale un motivo in più per spiccare nella storia ultrasecolare della manifestazione, ma già in partenza questo Palio Straordinario ha una valenza tutta sua: per la prima volta dopo 18 anni, infatti, a Siena l’autunno non è giunto il 17 agosto. 

Fonte: l'autore Edoardo Gori

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.