Si chiama Paola Egonu. Tutto il resto non dovrebbe contare

Ancora una volta non fa notizia che si tratti di una fuoriclasse ma che, dopo aver affrontato temi razziali e multiculturali, abbia detto di avere una compagna

di Marco Michelli
Marco Michelli
(33 articoli pubblicati)
lazzurra paola egonu nella finale mondia

C’è una ragazza italiana che fa sfracelli nella pallavolo mondiale. Si chiama Paola Egonu.

Anzi per la verità il suo nome completo è Paola Ogechi Egonu, perché è di origini africane, visto che è nata da genitori nigeriani che vivono in Italia. Dunque, sarebbe più corretto dire solamente che è veneta, di Cittadella in provincia di Padova. Ma questo, in sé, non farebbe notizia.

Così come ci sarebbe da sapere che, dopo i recentissimi Mondiali di pallavolo giocati in Giappone e dai quali le ragazze azzurre sono tornate con una magnifica medaglia d’argento che profuma di futuro, la nostra prossima ventenne (è nata proprio il mio stesso giorno dell’anno, a dicembre ed è sagittario, forse anche questa casualità me la rende ancora più simpatica) è la seconda schiacciatrice più forte al mondo, dietro solamente alla serba Boskovic ma perché lei quell’oro l’ha vinto, seppur al tie break.

Dunque, Paola, schiacciatrice che gioca a Novara e che è tra le (due) migliori del mondo. Troppo poco per suscitare attenzione.  E allora diciamo anche che di lei sappiamo che ama il rap, è sanguigna, e – come la descrisse qualche anno fa il Corriere della Sera “a tratti fumantina” e che ogni due anni va in Nigeria a trovare la famiglia dei suoi genitori.

Non basta. Ecco allora che per renderla un personaggio bisogna venire a sapere, anzi sarebbe meglio precisare, sentire dire da lei nell’intervista di Candida Morvillo al Corriere della Sera ripresa dalla Gazzetta dello Sport che è fidanzata e ha una compagna che l’ha consolata al ritorno da Yokohama: perché una medaglia è pur sempre una gioia, ma a perdere quella più preziosa per due punti resta un po’ di amarezza.

Ecco la notizia, finalmente, ha una fidanzata! E su questo si scatenano i social e piovono i commenti più disparati, da chi apprezza il suo coming out a chi la condanna senza sapere bene perché. Come se conoscere chi si sceglie accanto facesse differenza tra l’essere una fuoriclasse di levatura mondiale o meno; come se, per enfatizzare il talento e il possibile luminoso futuro che attende (come speriamo) le ragazze di Mazzanti guidate dall’asse Egonu – Sylla, ossia due figlie di stranieri, fosse correlato non al loro incommensurabile talento ma al colore della pelle che, ogni volta ottengono un risultato, ritorna e fare capolino nei rotocalchi.

E allora se di queste informazioni c’è bisogno per parlare di loro, ancora una volta di più merita i complimenti chi se ne strafrega degli affronti e dei pregiudizi, razziali e non, e prosegue per la sua strada fiera e senza alcun timore.

Si chiama Paola Egonu e gioca a pallavolo nella nazionale italiana. E questa è l’unica cosa che conta.

https://www.gazzetta.it/Volley/04-11-2018/volley-egonu-fidanzata-310159514769.shtml

 

paola egonu
Fonte: l'autore Marco Michelli

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. mwm - 2 giorni

    Speriamo.

  2. mwm - 2 giorni

    oggi sulla rosea a pagini 50 gian luca pasini parla del bacio pubblico tra Paola e Kasia e di quanto faccia parlare e discutere. Nella speranza, chiosa che tra qualche anno “quella che oggi appare come una notizia sarà solo un trasparente gesto d’amore o di affetto”.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.