Recco & co.: quando la vittoria si colora di celeste! [seconda parte]

Ciclismo, calcio e pallanuoto: spesso, nel mondo dello sport, il celeste è il colore del trionfo.

di Marco Fiammetta
Marco Fiammetta
(73 articoli pubblicati)
Uruguay Pro Recco ed Argentina

Si conclude il nostro viaggio alla ricerca delle realtà sportive più rappresentative legate al colore giallo (qui trovi la prima parte: http://gazzettafannews.it/altro/recco-co-quando-la-vittoria-si-colora-di-celeste-prima-parte/).

Probabilmente la squadra di club più competitiva che ha scelto il celeste (insieme al bianco) come colore della propria divisa non indossa una maglia, ma una calottina: la Pro Recco. La squadra ligure ha conquistato otto titoli continentali nella pallanuoto maschile (rispetto alle sette coppe vinte da Partizan Belgrado e Mladost Zagabria). La massima competizione europea fra squadre di club ha più volte cambiato denominazione. 

Il Recco ha conquistato il suo primo titolo nel 1965 precedendo il Partizan Belgrado nel girone finale dell’European Cup. Il secondo successo è arrivato nel 1984 nella doppia finale contro gli olandesi dell’Alphen. Nel 2003, contro l’Honved Budapest, ha conquistato la sua prima Champions League. I successivi tre successi, in Eurolega, sono arrivati contro lo Jug Dubrovnik (nel 2007 e nel 2008) ed il Primoraz Cattaro (nel 2010). Due anni dopo, il ritorno alla denominazione Champions League è coinciso col primo successo contro il Primorje Fiume, sconfitto anche nella finale del 2015. Fra i pallanuotisti che hanno indossato la calottina della Pro Recco segnaliamo l’ungherese Tamas Kasas in grado di segnare due triplette nelle finali contro il Dubrovnik.

Concludiamo il nostro viaggio fra le realtà sportive più rappresentative legate al celeste tornando al ciclismo. Questo colore, infatti, ha vestito alcune delle più grandi imprese su due ruote. Fra tutte ricordiamo quella di Fausto Coppi in occasione della tappa Cuneo-Pinerolo nel Giro d’Italia del 1949. Con indosso la maglia celeste (con fascia bianca) della Bianchi, dopo avere scalato la Maddalena, il Vars, l’Izoard, il Monginevro ed il Sestriere, il Campionissimo concluse la tappa con oltre dieci minuti di vantaggio su Bartali conquistando la maglia rosa che avrebbe mantenuto nelle tappe successive. Il giornalista Rai Mario Ferretti contribuì a rendere indimenticabile quel giorno urlando, in apertura di radiocronaca: Un uomo solo è al comando, la sua maglia è bianco-celeste, il suo nome è Fausto Coppi. Con la maglia della Bianchi, Coppi vinse quattro Giri d’Italia e dieci classiche monumento. Gino Paoli gli ha dedicato il brano intitolato Coppi.

Fra il 1973 ed 1979 la maglia della Bianchi è stata indossata anche da Felice Gimondi. Il ciclista lombardo ha corso tutta la carriera in celeste dato che dall’esordio (1965) al 1972 aveva gareggiato con la maglia della Salvarani (celeste bordata di rosso). Con le vittorie ottenute al Giro d’Italia, al Tour de France ed alla Vuelta a Espana, Gimondi è uno dei sette corridori (come Anquetil, Merckx, Hinault, Contador, Nibali e Froome) ad essere riuscito a vincere almeno un’edizione di ciascuno dei tre grandi giri.

---

La serie completa degli articoli sui colori della vittoria: 
Brabham, Celtics e Springboks: quando la vittoria si colora di verde!
Real & co.: quando la vittoria si colora di bianco! [prima parte] – [seconda parte]
Ferrari & co.: quando la vittoria si colora di rosso! [prima parte] – [seconda parte]
Seleçao & co.: quando la vittoria si colora di giallo! [prima parte] – [seconda parte]

Fonte: l'autore Marco Fiammetta

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. fiammmarco - 4 mesi

    I più attenti si saranno già accorti che, in apertura, ho scritto giallo al posto di celeste. Spero che, malgrado questo, abbiate apprezzato l’articolo.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.