Re Roger va a caccia della sua nona meraviglia

Da ieri sono aperti i cancelli dell' All England Club, che a Londra ospita il torneo di tennis più antico della storia.

di Jacopo Sansuini
Jacopo Sansuini
(17 articoli pubblicati)
Lo svizzero Roger Federer

Cancelli aperti, che inizi la sfida. I cancelli in questione sono quelli dell' All England Lawn Tennis & Croquet Club di Londra, che detto così, a molti dice poco o nulla. Ma se diciamo Wimbledon? Ah ecco, tutto è più chiaro adesso. Da lunedì infatti sui prati londinesi, i migliori giocatori del mondo si sfidano nella centotrentaduesima edizione dei Championships, con un solo obiettivo. Togliere lo scettro a Roger Federer, campione in carica e otto volte vincitore nel torneo più antico del tennis. 

La prima edizione infatti, prese il via il 9 luglio del 1877, e vi parteciparono soltanto 22 tennisti, senza donne, alle quali non fu concesso partecipare. Il premio per il primo classificato consisteva nella vittoria di 12 ghinee (monete in oro attuali durante quegli anni) ed una coppa d'argento. La finale fu giocata da tali Spencer Gore e William Marshall, con Gore che ottenne un' agevole vittoria in tre set con il punteggio di 6-1, 6-2, 6-4, in soli 48 minuti di gioco ed il tutto davanti a 200 spettatori. Col passare degli anni però, numeri, interesse, popolarità e prestigio non hanno fatto altro che aumentare a livello esponenziale siano ad oggi, portando i Championships ad essere considerati uno degli eventi sportivi più importati e seguiti al mondo. Ed ancora una volta ai blocchi di partenza il favorito di rito, ma non solo, è sempre "Sua Maestà" Roger, che superato agevolmente il primo turno, si appresta ora a giocare i trentaduesimo di finale contrapposto allo sloveno Lukas Lacko, che qualche giorno fa ha interrotto la corsa al torneo di Eastbourne del nostro Cecchinato. E gli altri "contender"? In prima fila come sempre va inserito Rafa Nadal, attuale numero uno del ranking (per soli 50 punti su Federer) e due volte campione a Wimbledon (2008 e 2010). 

Poco dietro al maiorchino pronti a dar battaglia un terzetto agguerrito composto da Del Potro, Zverev e Cilic, con il croato, finalista lo scorso anno, che tenterà un'assalto ancor più decisivo.  Più dietro, ma non troppo, i soliti esperti "erbaioli" Anderson, Insner, Querrey e Raonic, con il canadese sceso in classifica, ma sempre temibile su questi prati. Osservati speciali, oltre alla batteria italiana capitanata da Fognini e Cecchinato, gli ex numero uno mondiali e già vincitori in questo torneo Andy Murray (2 titoli) e Novak Djokovic (3 titoli). I cancelli sono aperti e vedremo chi sarà l'ultimo a ballare al gala di chiusura dell'All England Lawn Tennis & Croquet Club. 

Fonte: l'autore Jacopo Sansuini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.