Rafael Nadal e il nuovo vizio del serve & volley

Lo spagnolo ha mostrato novità tecniche molto interessanti nell'ultima edizione di Wimbledon

di Lorenzo Ciotti
Lorenzo Ciotti
(179 articoli pubblicati)
Day Seven The Championships - Wimbledon

Non ha vinto Wimbledon 2018, ma Rafael Nadal ha fatto vedere cose molto interessante nell'ultima edizione del torneo londinese. Un campione come lo spagnolo ha un repertorio tecnico molto vasto, ma i più lo considerano un terraiolo, visti i suoi numerosi trionfi conseguiti su questa superficie, tra i quali gli undici titoli al Roland Garros. A un occhio poco attento, resta impresso il Rafa difensore, che tira vincenti di dritto  (carico di topspin) e di rovescio da oltre la linea di fondo.

Probabilmente è vero che negli anni passati non avrebbe mai vinto Wimbledon, se non avessero modificato la composizione dell'erba nel 2001, rendendola più lenta e adatta ai difensori. Ma è anche vero che lo spagnolo è sempre stato sottovalutato come giocatore di rete. Non a caso, in questa edizione dei Championships, Rafa ha vinto il match contro del Potro anche grazie all'utilizzo di dropshots, volée e un serve & volley strepitoso. Dimostrando intelligenza tattica e una grande manualità.

Le sue volée di rovescio e i drop sono risultati decisivi anche nei set vinti in semifinale contro Novak Djokovic. Rod Laver dice che se Nadal avesse giocato su erba durante la sua epoca non avrebbe mai vinto vinto facilmente Wimbledon. Sarebbe stato interessante osservare la situazione; Nadal non è mai stato considerato un vero interprete del serve & volley, avendo uno stile che esprime il massimo della sua furente potenza su superfici più lente. Tuttavia Rafa oggi è un giocatore più completo di quando vinse l'ultima volta a Church Road, nel 2010, e paradossalmente molto più forte su questa superficie

Non stupirebbe rivederlo il prossimo anno sull'erba del torneo più famoso del mondo e sollevare il suo terzo titolo. La storia da ragione a che vince. Djokovic ha vinto quattro volte Wimbledon giocando su erba un tennis peggiore di quello dello spagnolo. La grande forza mentale del Serbo ha fatto sempre la differenza nei suoi trionfi londinesi. Ma il vizietto di Nadal di giocare il serve & volley e accorciare gli scambi, almeno su erba, potrebbe dargli nuove insospettabili soddisfazioni nei prossimi anni.

Day Seven The Championships - Wimbledon
Fonte: l'autore Lorenzo Ciotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.