Quel maledetto ponte “Morandi”

La strada delle vacanze già funestata da tante tragedie

di Piero Tansini
Piero Tansini
(248 articoli pubblicati)
18 agosto 2018Preghiamo per le vittime d

Oggi 18 agosto 2018 è giornata di Lutto Nazionale per commemorare le 38 vittime del ponte di Genova. Alla notizia del crollo io il 14 agosto 2018 ero sbigottito dato che come tanti su quel ponte ero passato anche io anni fa per recarmi con la famiglia nei luoghi di vacanza o con i ragazzi del Codogno Baseball'67 in trasferta alla volta di Sanremo.

Risulta difficile capire come un ponte di oltre 50 anni si sia sbriciolato come cartapesta nella zona centrale trascinando nel vuoto tante persone che poco prima erano sorridenti perché andavano in vacanza o a fare shopping. 

Risulta difficile capire come mai sotto quel maledetto ponte ci fossero palazzine, palazzi di case popolari e magazzini. Poi un amico mi ha fatto sapere che i palazzi erano presenti ancor prima della costruzione e nella parte superiore sono pure stati tagliati per far posto ai piloni di sostegno del ponte.

Da alcune dichiarazioni di esperti sembra che la causa sia stata il cedimento di un tirante i cui cavi di acciaio annegati in calcestruzzo hanno ceduto. Io mi chiedo come mai sia successo ma anche come mai alcuni ponti progettati dallo stesso progettista abbiano avuto anche loro cedimenti. Calcoli sbagliati o uso di materiali ora corrosi? Tutto è possibile tranne riportare in vita quelle povere persone volate in cielo prematuramente.

Non piace poi questo rimpallo di responsabilità tra politici. Comprendo la tensione di chi è al Governo ma certe dichiarazioni a caldo andrebbero frenate perché ora occorre capire chi è  o chi sono i colpevoli e se ci sono mancanze sarà la Magistratura a provvedere.

Certo pur juventino avrei preferito che oggi anche il calcio rispettasse il Lutto non giocando gli anticipi. Alcuni lo volevano ma poi ci sono interessi economici e contrattuali che vanno oltre il dolore e questo non è comprensibile.

Ora non mi rimane come tanti che pregare per chi è andato in cielo e essere vicino nel dolore a chi ha perso un famigliare o ha avuto un ferito e a chi ha perso la casa. Brutti momenti per scrivere.

Pray for Genova.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.