Palio Straordinario, ecco chi correrà

Ieri a Siena si sono svolte le estrazioni per decidere chi sarà tra i canapi nell'edizione speciale della storica corsa

di Edoardo Gori
Edoardo Gori
(123 articoli pubblicati)
In Piazza anche in autunno

Di fronte a una Piazza del Campo gremita si sono svolte intorno alle 17.30 di domenica 30 settembre le estrazioni per stabilire le contrade che si contenderanno il Palio Straordinario di sabato 20 ottobre, dedicato al Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale. Rispetto alla consueta estrazione, dove vengono estratte solo le tre contrade che gareggiano insieme alle sette ammesse di diritto, stavolta erano in ballo i destini di tutti i diciassette popoli, che potevano sperare soltanto sulla sorte per poter vedere il proprio giubbino in piazza. Alla fine la Dea Bendata ha premiato Torre, Lupa, Chiocciola, Oca, Drago, Tartuca, Selva, Civetta, Nicchio e Giraffa.

Il primo dato che colpisce è ovviamente quello delle rivalità: la presenza in contemporanea della Torre e dell’Oca, che compongono quella che per tempo e per modalità è la rivalità più aspra nella storia del Palio di Siena (risale al Seicento, è l’unica inimicizia tra popoli non confinanti e ha conosciuto continui aggiornamenti) e quella della Chiocciola e della Tartuca saranno da tenere in conto al momento della mossa. Se una di queste quattro fosse di rincorsa e la rivale avesse un buon piazzamento ai canapi e per giunta un ottimo cavallo allora non sarebbe da escludere una mossa lunga e addirittura un Palio rimandato per oscurità (l’uscita dei cavalli è prevista per le 17, quindi ci sarà pressappoco un’ora di luce a disposizione). Altra presenza importante è quella della Selva, che è la detentrice dell'ultimo Palio Straordinario (settembre 2000). Di contro, mancherà la grande assente di questo 2018, ovvero l’Aquila, la contrada Nonna che quest’anno non ha mai avuto la possibilità di correre per interrompere quel digiuno che dura dall’agosto 1992 (in cui arrivò tra l’altro l’ultimo successo dello storico fantino Aceto, recordman in tempi moderni con 14 vittorie). Sarà dunque il Nicchio la contrada ad avere l’astinenza più lunga, poiché manca il successo dall’agosto 1998, mentre viceversa Drago e Lupa potrebbero fare doppietta dopo le vittorie rispettivamente di luglio e d’agosto.

La prossima tappa ufficiale di avvicinamento alla Carriera sarà la Tratta in programma mercoledì 17 ottobre, quando sapremo con quali cavalli (per estrazione) e con quali fantini (dopo le trattative) scenderanno in Piazza le Contrade. Il 20 ottobre è sempre più vicino…

Fonte: l'autore Edoardo Gori

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.