Palio di Siena: tutti a caccia del Drago

Il 16 agosto torna la famosa corsa in Piazza del Campo. Favorita la contrada già vittoriosa a luglio, ma i pronostici a Siena...

di Edoardo Gori
Edoardo Gori
(124 articoli pubblicati)
I tre giri più lunghi dellanno

La festa si rinnova ancora, nel segno della tradizione ultrasecolare:  Siena è pronta per ospitare il Palio dedicato alla Madonna dell’Assunta, in programma il 16 agosto come di consueto (a meno di problemi legati al maltempo, che quest’anno però paiono improbabili). Le dieci contrade che si daranno battaglia in Piazza del Campo saranno Bruco (giubbino verde, giallo e blu), Civetta (rosso, nera e bianco), Drago (verde, rosso e giallo), Giraffa (bianco e rosso), Leocorno (arancione e bianco), Lupa (bianco, nera e giallo), Nicchio (turchino e rosso), Pantera (blu, rosso e bianco), Tartuca (giallo e azzurro) e Valdimontone (rosa, giallo e bianco).

Tra di esse il Nicchio è quella che da più tempo è a secco di vittorie (mentre l’Aquila, che è la contrada cosiddetta “nonna”, colei che è a digiuno da più tempo, non correrà) considerando che non vince dall’agosto 1998, mentre il Drago va a caccia del Cappotto avendo già trionfato a luglio. E a ricoprire il ruolo di favorita sarà proprio la contrada vestita di rosso, verde e giallo: ha ottenuto in sorte un cavallo che seppur esordiente ha stupito nelle prove, Pathos de Ozieri, e ha ingaggiato Brio, il fantino che un mese fa la portò al trionfo. A cercare di impedirle un nuovo tripudio ci saranno in primis la Lupa e il Leocorno, forti di due cavalli d’esperienza e di affidamento (Porto Alabe della Lupa è l’unico ad aver vinto in carriera), con Nicchio, Tartuca e Pantera che puntano su tre grandi guide: il Nicchio ha scelto Trecciolino, il più vincente in piazza con 13 successi (a una lunghezza dal record di Aceto), la Tartuca Tittia, a segno 5 volte in carriera, la Pantera Scompiglio che ha vinto 3 degli ultimi 5 Palii. Più indietro le altre che però ovviamente non partono battute, considerando che il Palio è da sempre una corsa pazza e spesso avara di pronostici rispettati. Da tenere ben presente il fattore rivalità: le coppie di antagoniste saranno due (Civetta/Tartuca e Nicchio/Vladimontone) e una presenza di una di queste nel ruolo di rincorsa potrà rendere la mossa molto lunga e snervante.

Infine una curiosità: il Vescovo di Siena, monsignor Buoncristiani, non ha benedetto il Cencio, poiché poco incline alla rappresentazione canonica della Madonna dell’Assunta. Nella storia della festa senese è accaduto solo nel 1961 un fatto simile, ma a causa di un errore organizzativo (era un Palio Straordinario corso a inizio giugno per commemorare il Centenario dell’Italia e fu deliberato solo due settimane prima). Un Cencio “sconsacrato” sarà un bel trofeo per la Contrada che lo conquisterà…

Fonte: l'autore Edoardo Gori

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.