Fuochi d’artificio tra Lecco e Arezzo: al Rigamonti-Ceppi finisce 2-2

Gli indemoniati aquilotti blucelesti dilapidano  2 reti subendo la rete del pareggio amaranto in pieno recupero

di Luca Sala
Luca Sala
(224 articoli pubblicati)
btrmdnLECCO1912

Quando il gioco si fa duro i duri toscani riescono ad imporre un finale amarissimo ai pur strepitosi giocatori lacustri , bellissimo match quello visto stasera sotto l'amato Resegone.

A scanso di equivoci penso sia il risultato più giusto anche se i padroni di casa del bravo mister De Agostino avrebbero dovuto mantenere il doppio vantaggio che valeva l'agognato salto di qualità verso la parte buona di una  classifica che rimane assai corta per la verità, consentendo pur soffrendo un   accesso raggiungibilissimo ai playoff per come si esprimono dopo il disorientamento dovuto alla cacciata dell'allenatore rivoluzionario Gaburro.

Erano passati  comunque meritatamente in vantaggio grazie alla deliziosa pennellata mancina su punizione del loro vero  fuoriclasse Nicola Strambelli nel primo tempo concedendo il bis nella ripresa grazie ad un' azione a catapulta sotto la  loro caldissima curva Nord finalizzata da Procopio.

L'Arezzo fino ad allora piuttosto evanescente si ricordava dopo i due meritati manrovesci di essere una grande della categoria ricominciando dalle proverbiali ripartenze a tutta birra verso  gli attaccanti Belloni e soprattutto bomber Aniello Cutolo la cui implacabile  rasoiata diagonale riaccendeva la tifoseria aretina per il 2 a 1.  Lecco ormai in balia degli esperti avversari fino alla  capocciata  nell'extra -time del subentrato  Gori che si inchinava per depositare di giustezza in fondo al sacco  di Safarikas .

Fine delle emozioni? Assolutamente no se è vero che al 95' minuto Fall il bomber di scorta bluceleste stampava sulla traversa il pallone colpito di testa mentre ricadeva all'indietro dopo essersi avvinghiato in aria .

Bella partita insomma molto più degna della serie B che della C occupata dalle due nobili decadute, chissà che si ritrovi no in men che non si dica a competere per traguardi direi più in linea con la loro buona tradizione calcistica come si augurano le due piazze esigenti e competenti che le sostengono sempre e comunque.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.