Mondiali volley: grande vittoria dell’Italia, Final Six assicurate

Con una grande prova di carattere le ragazze di Mazzanti battono per 3-1 la Russia e staccano il biglietto per la fase finale

di Marco Chiavacci
Marco Chiavacci
(16 articoli pubblicati)
Le azzurre festeggiano la vittoria e ott

Grandissima partita delle nostre ragazze, brave a uscire con tenacia da un match che era iniziato in modo assai complicato, capaci alla fine di far emergere il nostro gioco e portare a casa un successo che ci garantisce matematicamente l’accesso alla Final Six. 22-25, 25-20, 25-18 e 25-22 il punteggio finale.
 
Primo set iniziato in modo contratto e faticoso, con un avversario che questa volta dava molti meno possibilità di rientrare in partita; cambiopalla russo molto più regolare, con le nostre che fanno fatica a organizzare il gioco, poco efficaci a muro, troppo morbide in battuta e poco incisive in attacco (fatta eccezione per Sylla). Inizio del secondo set anch’esso con grandi difficoltà delle nostre, poco in partita e sempre inefficaci in battuta e nella correlazione muro-difesa. Problemi anche nella distribuzione, con Malinov sostituita a metà set da Cambi; dopo il secondo time-out tecnico (che ci ha visto sotto per 11-16), la svolta, con le nostre che si riaccendono e cominciano a macinare il loro gioco, piazzando una striscia di 7 punti consecutivi e facendo girare definitivamente l’inerzia del set (chiuso a 20) e, col senno del poi, anche dell’intero match. Terzo set giocato alla grande: dopo un inizio punto a punto, le ragazze allungano dopo il primo time-out tecnico, con l’esibizione al completo di tutto il loro repertorio: muro finalmente che comincia a far male, difese impossibili, attacco parecchio incisivo, crescita del servizio: chiusura a 18 senza troppi patemi d’animo. Quarto set che inizia con qualche errore di troppo e qualche imprecisione delle nostre, brave comunque a restare in partita e ad arginare i tentativi delle russe di andare al tie-break: grande equilibrio fino al secondo time-out tecnico (16-15 per noi), poi le ragazze, che sentono di avere in pugno la partita, piazzano l’allungo decisivo, complici un efficacissimo turno in battuta di Danesi e alcuni punti decisivi di Paola Egonu.
 
Brave tutte le nostre ragazze: Sylla con un primo set devastante in attacco, ma poi capace di mantenersi su ottimi livelli e di fornire il suo solito (e solido) contributo di difesa e di grinta. Paola Egonu dopo un inizio un po’ in warming-up ha saputo mettere in terra i palloni importanti che ci si aspetta da lei, di potenza e di precisione, condendo il tutto con alcuni servizi pesantissimi. Bosetti: il Davide nostrano ha avuto ragione delle Golia russe (sovrastanti sul piano fisico), uscendo alla grande nel corso del match con il suo repertorio di muri e fuori, palle piazzate e pallonetti spinti, oltre alle consuete capacità – non solo tecniche – di organizzazione del lavoro in seconda linea. Bene anche le nostre centrali, che dopo un inizio difficile hanno preso le misure alle avversarie, arginandole a muro e colpendo con efficacia in attacco. Cambi brava a rilevare una Lia in difficoltà (complice forse anche il momento-no di tutta la squadra) e a distribuire con abilità, supportando bene la crescita di tutta la squadra (anche se con qualche imprecisione). De Gennaro come al solito monumentale nelle retrovie, con alcune difese veramente incredibili.
 

Ricezione: positive e perfette 50%, negative o errate 20%; rilevante dunque il numero delle ricezioni “punto esclamativo”, soprattutto nel 2° e 4° set. Attacco: efficienza complessiva 45%: benissimo Egonu con il 50% (25 su 50), assai bene anche le centrali e Sylla (tutte sul 43-46%). Muro: venuto fuori alla distanza con una buona prova di tutte le attaccanti; alla fine 15 muri-punto, quasi doppiando le temibili avversarie (fermatesi a 8), e spesso capace, specie nella seconda parte del match, di arginare gli attacchi avversari. Battuta un po’ meno efficace del solito, pur considerando la qualità in rice delle russe; però il servizio è venuto fuori in alcuni momenti importanti (ad es. alla fine del 4° set);  Distribuzione: Egonu molto cercata da Cambi (per lei il 40% dei palloni); alle centrali il 22% delle alzate, 35% alle bande. Super-bene: sotto ora con gli USA!!!

Fonte: l'autore Marco Chiavacci

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.