Mondiali di Biathlon: spettacolo nello sprint maschile

Sprint maschile: Ponsiluomo campione del mondo arriva l'impresa. Qualcuno ha visto la Norvegia?

di Elisa Birigozzi
Elisa Birigozzi
(4 articoli pubblicati)
IBU World Championships Biathlon Pokljuk

Si è conclusa oggi la seconda giornata di gare ai mondiali di Pokljuka con la prima delle gare individuali, lo sprint maschile, che di sorprese non ne ha fatte certo mancare.

Prima vittoria in carriera per lo svedese Ponsiluomo ma non l’unica sorpresa della giornata dove i Norvegesi non solo non hanno vinto ma restano ai piedi del podio in una stagione dove nello sprint avevano riportato solo successi soprattutto a seguito della performance strepitosa riportata nella staffetta mista solo il giorno prima.

Grande difficolta subito dai primi momenti di gara per capire chi sarebbe stato il papabile vincitore: Ponsiluomo con il pettorale numero 6 trova subito uno zero molto importante e una prestazione in pista decisamente molto competitiva, non ci riesce invece Johannes Boe che con due errori a terra compromette subito il risultato finale riuscendo a concludere solo in 5° posizione, neanche Johannes Dale che dopo un inizio che faceva ben sperare l’errore a terra lascia la medaglia allo svedese. La giornata in casa Norvegese può solo peggiorare a seguito della grande prestazione di squadra della Francia: Desthieux (+11”2) trova uno zero pesantissimo che gli consente di afferrare la medaglia d’argento, mentre con un solo errore Jacquelin (+12”9) tra i più veloci nello shooting time, riesce a posizionarsi davanti ai Norvegesi al terzo posto (Dale quarto a +22”4 e Boe +22”5). La gara di oggi preannuncia uno strepitoso inseguimento nella gara di domenica dove gli atleti si ritrovano alla partenza a distanza di pochi secondi l’uno dall’altro.

L’italia: buona prestazione di squadra anche se con qualche rammarico.

Gara sfortunata per Lukas Hofer (13) che senza l’errore all’ultimo bersaglio dell’ultimo poligono si sarebbe piazzato in top 10, partirà a 45 secondi di ritardo durante l’inseguimento. Bene invece per Bionaz (20) che si riscatta subito con lo zero al poligono ed esce di poco dalla top 20 con Bormolini (24) poco più indietro. Difficolta al tiro invece per Windisch con tre errori.
 

Fonte: l'autore Elisa Birigozzi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.