Maria Sharapova può considerarsi ancora competitiva?

La russa non ha ancora trovato continuità dopo il rientro dalla squalifica per doping. Si sta lentamente avviando lungo il viale del tramonto?

di Lorenzo Ciotti
Lorenzo Ciotti
(122 articoli pubblicati)
Day Two The Championships - Wimbledon 20

Maria Sharapova è da considerare ancora competitiva? La tennista russa non ha ancora trovato continuità dopo il rientro dalla squalifica per doping. La sua carriera è stata bruscamente interrotta ad aprile 2016, quando, in conferenza stampa, Masha annunciò di essere stata trovata positiva al meldonium, uno dei farmaci proibiti dall'agenzia anti doping, durante un controllo agli Australian Open.

La successiva squalifica di un anno è stato forse il periodo più brutto per Sharapova, sia dal punto di vista professionale che umano. Il suo rientro in campo, ad aprile 2017, fu visto non troppo di buon occhio dalle sue colleghe, spesso critiche con la siberiana. Ma il problema non fu tanto caratteriale. Maria è abituata a gestire la pressione, anche in momenti topici come il suo rientro. La sua incredibile grinta e la professionalità ne fanno una combattente dagli occhi di tigre. 

Il problema per lei è stato il fisico. In metà anno, nel 2017, ha vinto il torneo di Tianjin a ottobre, dopo un buon piazzamento agli US Open. Quest’anno tutti si aspettavano il suo definitivo rientro nei piani alti del tennis, o almeno un ritorno in top-10. Dopo un inizio di 2018 molto altalenante, con la bruciante eliminazione al terzo round degli Australian Open contro Angelique Kerber, è arrivata la stagione su terra rossa, ormai da anni storica alleata della russa. Ebbene, su questa superficie amica, Sharapova ha collezionato punti e importanti risultati, come i quarti di finale a Madrid, la semifinale a Roma e i quarti al Roland Garros. 

Poi il passaggio brutale dalla terra all’erba, che ne ha condizionato il rendimento a Wimbledon, portandola all’eliminazione contro l’insospettabile Vitalia Diatchenko al primo round. Lei, che è cresciuta tennisticamente a Church Road, e che ora verrà probabilmente ricordata come una delle migliori terraiole della sua generazione! 

La seconda parte di questa stagione ci dirà di più sul suo stato. Non possono bastare tre buoni tornei in un anno per una campionessa del suo calibro. Se mentalmente lei è sempre lì, allora dovrà concentrarsi per ritrovare una buona forma fisica. Quella attuale non basta più per reggere l’urto e, considerando che il suo tennis si è evoluto pochissimo nell’arco di una carriera, Sharapova dovrà affidarsi alla sua infinita forza mentale e alla forza fisica.

The Internazionali BNL dItalia 2018 - Da
Fonte: l'autore Lorenzo Ciotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.