Marco Cecchinato, il cemento non fa più paura

A Shanghai segnali positivi sulla superficie meno congeniale

di Matteo Cordero
Matteo Cordero
(30 articoli pubblicati)
2018 Rolex Shanghai Masters - Day 4

Alla vigilia del torneo di San Pietroburgo la statistica delle partite giocate in carriera a livello ATP sul cemento da Marco Cecchinato recitava zero vittorie e nove sconfitte. Il siciliano ha sempre dato la priorità all'amata terra rossa e anche quando, per motivi di classifica, giocava prevalentemente nel circuito Challenger, le apparizioni sul veloce sono sempre state per lui una rarità.

Quest'anno aveva giocato il torneo di Pune, perdendo subito dal francese Herbert, le qualificazioni degli Australian Open, eliminato anche in questo caso all'esordio dall'australiano Mousley, e successivamente il Challenger di Koblenz, sconfitto al secondo turno dal tedesco Moraing. Poi solo terra, dove sono arrivati gli exploit di Budapest, Parigi e, dopo la breve parentesi sull'erba, Umago.

Questi ottimi risultati avevano dato tanta fiducia per la tournée americana, dove invece sono arrivate quattro sconfitte all'esordio nei tornei di Toronto, Cincinnati, Winston-Salem e New York (con avversari comunque alla portata).

La svolta tanto attesa è arrivata in Russia, dove ha usufruito di un bye all'esordio, prima di avere la meglio sullo slovacco Lukas Lacko, un giocatore non di primissimo livello, ma capace in passato di raggiungere la terza posizione del ranking Juniores. La corsa si è poi fermata nei quarti contro l'imprevedibile Bautista Agut.

A Pechino altra vittoria di rilievo contro il veterano Baghdatis, oggi fuori dalla top 100, ma finalista agli Australian Open nel 2006.

A Shanghai è arrivata una bella conferma, con altri due successi per niente scontati prima con Simon (14 titoli all'attivo a livello ATP) e poi contro Chung (semifinalista quest'anno a Melbourne e vincitore nel 2017 della prima edizione delle Next Gen ATP Finals).

A Mosca arriverà da numero 19 del mondo e giocherà il torneo da prima testa di serie. Le premesse per poter ottenere risultati importanti anche sul cemento ci sono tutte.

Fonte: l'autore Matteo Cordero

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.