L’Italvolley al Mondiale fa il pieno di successi e consensi

Volleymania in Italia: gli azzurri fanno 5 su 5, sognano e attira le simpatie del grande pubblico mentre la nazionale femminile si prepara al Mondiale giapponese

di Antonio Monaco
Antonio Monaco
(107 articoli pubblicati)
italvolley

Chiusa la prima fase a punteggio pieno, con il 1°posto nel girone, 15 punti e solo 2 set persi, gli azzurri di Blengini volano a Milano, con vista Torino, dove nel prossimo weekend caldissimo affronteranno Finlandia, Russia ed Olanda, per proseguire il sogno del  mondiale itinerante  italo-bulgaro. In attesa di tempi migliori per il calcio nazionale, visto il periodo di magra del pallone che rotola negli stadi, le soddisfazioni migliori negli sport di squadra, ce le regalano ragazzi e ragazze azzurri della palla volante. La rassegna iridata e le gesta dei nostri campioni sta riscuotendo un successo clamoroso, al punto di parlare di una vera e propria volleymania italiana. Oltre 40.000 spettatori nei palazzetti del Foro Italico e di Firenze per gli uomini di Blengini, e ascolti altissimi in tv per le gare di Giannelli e soci, in attesa di poter ammirare la grazia e il valore delle campionesse in quello giapponese. Nella patria del pane e pallone, quali sono i segreti dell'entusiasmo degli sportivi verso la pallavolo e la crescita costante del movimento?

La pallavolo è un gioco veloce ed altamente spettacolare, più divertente e meno legato a scacchieri tattici e moduli speculari, in cui i valori delle squadre in campo emergono sempre e hanno lunga vince quasi sempre quella che ha giocato meglio e con un più elevato tasso tecnico. E' uno sport pulito , meno inquinato da veleni, moviole, polemiche esasperate e che richiama fortemente i valori del fair play, del rispetto dell'avversario e dalla sana competizione.

Al contrario del calcio, inoltre, garantisce una valenza professionistica ad ambo i generi, infatti uomini e donne (cosa che nel calcio non avviene), vengono trattati tutti come veri professionisti. Sugli spalti è una vera festa di sport, di socializzazione e simpatia, come dimostra la Geyser Sound di Juantorena e compagni alla fine del match vinto con la Slovenia. Tutto ciò porta nei palazzetti affollati, intere famiglie con bambini al seguito, a tifare per lo Zar Zaytsev e le sue fantastiche battute al salto, ad entusiasmarsi per un muro di Mazzone, un salvataggio acrobatico di Colaci, un primo tempo della coppia Giannelli- Lanza, o una schiacchiata della Egonu.

L'obiettivo principale dello sport è proprio quello di unire le persone, trasmettere emozioni, e fare sentire la gente parte integrante di qualcosa di importante, regalando ore di sano divertimento e allontanando per due ore gli affanni quotidiani.

Gli impianti ,poi, dove i match vengono disputati sono privi di barriere, e i tifosi riescono sempre a creare belle coreografie, e con il loro tifo e i loro cori, fanno sempre sentire il proprio calore ai loro benianimi/e per spingere gli atleti alla vittoria. 

Insomma assistere ad una gara di volley è proprio un bel vedere,  e poi come si dice anche l'occhio vuole la sua parte e quindi perché non ammirare anche il cambio di maglia dei ragazzi ( per le donzelle) e le curve sinuose delle atlete (per i maschietti). Sarà anche questo forse uno dei segreti di questo clamoroso successo...?

Fonte: l'autore Antonio Monaco

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.