Orizzonte: cronaca di un’annata comunque straordinaria

Il racconto di una stagione, e di un squadra, costruita da Tania Di Mario e Giuseppe La Delfa, e guidata da Martina Miceli

di Ilario Ianiri
Ilario Ianiri
(49 articoli pubblicati)

Eccoci quà, siamo arrivati alla fine di una stagione intenza, dalle mille emozioni, è vero, non è andata come speravamo, ma le emozioni che mi hanno, e ci hanno regalato queste ragazze, resteranno nella mente di tutti noi.

Nella stagione 2017/2018, l'Orizzonte presenta nel suo roster giocatrici come: Catharina Van Der Sloot, Roberta Bianconi, Rosaria Aiello ,Alessia Morvillo, Carolina Ioannou..... In porta, arriva Gabi Palm, (Johnson  )   promettente portiere Australiana.

Insomma, il neo direttore sportivo Tania Di Mario, fa le cose in grande, decisa a riportare l'Orizzonte dove merita, i gradi di capitano se li prende Arianna Garibotti, tornata un anno prima.

La stagione, prende il via il 21 Ottobre, e l'Orizonte fa subito capire le sue intenzioni, battendo la Florentia per 20-7, il turno successivo, l'Orizzonte effettua un turno di riposo, per via della rinuncia da parte dell'Imperia, poi arrivano, la vittoria con il Cosenza per 15-10, e il pareggio con la Sis Roma per 6,6, 29 Novembre 2017, alla piscina Francesco Scuderi, va in scena il big match della 5 giornata, Orizzonte-Plebiscito Padova, le ragazze giocano la partita perfetta, imponendosi per 9-5, e balzando al comando della classifica, da li in poi, l'Orizzonte non si ferma più, 5-9 a Bogliasco, 5-11 a Milano, 9-2 al Rapallo, 8-20 al Messina.

L'Orizzonte vince anche la Fin Cup battendo in finale la Sis Roma, in campionato le cose vanno benissimo, e il girone di ritorno, non regala intoppi, 16-4 alla Florentia, 9-3 al Cosenza, 14-4 con la Sis Roma, 8-3 al Padova, 12-7 al Bogliasco, 16-6 al Milano, 9-2 al Rapallo, 14-5 al Messina retrocesso, la classifica cannonieri, vede tre Orizzontine sul podio : Bianconi con 47 goal, Garibotti con 36, Van Der Sloot 33, l'Orizzonte chiude la stagione regolare, con tredici punti di vantaggio sul Padova, e aspetta i PlayOff.

La stagione dell'Orizzonte, vede anche la conquista della Coppa Italia, dove l'Orizzonte supera Messina e Cosenza nella prima fase, Rapallo e Sis Roma nella seconda, accedendo cosi alla final four, dove batte il Bogliasco in semifinale, e la Sis Roma in finale facendo sua la coppa.

Le emozioni più belle però, arrivano dalla Coppa dei Campioni, dove l'Orizzonte torna dopo quattro anni, nel primo girone, l'Orizzonte pesca, le Ungheresi dello Zuglo Budapest, le Olandesi del Leiden, e il Plebiscito Padova, l'Orizzonte vince 17-13 contro le Ungheresi, e 16-8 con le Olandesi, incappando in una sconfitta indolore con Padova per 10-7.

Nel secondo girone, si torna a casa, già perchè sarà la piscina Francesco Scuderi, ad ospitare la tre giorni di Coppa, l'urna è benevola con l'Orizzonte, che pesca: il Khanty Manstsysk, il Matarò e il Lille, i pronostici vengono rispettati, 17-9 al Khanty Manstsysk, 3-8 al Matarò, 15-4 al Lille, e l'Orizzonte chiude prima nel girone

Nei quarti di finale, ad aspettare l'Orizzonte, ci sono le Ungheresi del Dunaujvaros, la partita d'andata è ricca di emozioni, e l'Orizzonte riesce a spuntarla per 10-13, il vero trilling però è la partita di ritorno, dove l'Orizzonte si ritova anche sul meno cinque, poi però a pochi secondi dalla fine, Catharina Van Der Sloot in superiorità numerica, porta il punteggio sul 10-13, portando la sfida hai rigori, che premiano l'Orizzonte che vola cosi a Kirisi, in Russia per giocarsi la final four, in semifinale, le ragazze incontrano il Kirisi, che la spunta per 14-13, nella finale terzo e quarto posto, l'Orizzonte vince hai rigori contro l'Ujpest, guadagnandosi il terzo posto.

Tornando al campionato, la final six, si gioca a Firenze, e l'Orizzonte passa agevolmente in finale, battendo il Rapallo per 10-3, ad aspettare l'Orizzonte in finale, c'è il Padova campione in carica, l'Orizzonte parte male, va sotto 0-3, recupera 4-3, si fa recuperare, sorpassa.... Fino ad arrivare hai tiri di rigore, dove ad essere decisivi, sono gli errori di Marletta e Aiello, il Plebiscito Padova si conferma campione d'Italia, per la quarta volta consecutiva.

Fonte: l'autore Ilario Ianiri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.