Ferrari & co.: quando la vittoria si colora di rosso! [seconda parte]

Tennis, calcio e motori: spesso, nel mondo dello sport, il rosso è il colore del trionfo.

di Marco Fiammetta
Marco Fiammetta
(64 articoli pubblicati)
Forest Davis e Ferrari

Come anticipato nella prima parte (http://gazzettafannews.it/altro/ferrari-co-quando-la-vittoria-si-colora-di-rosso-prima-parte/), fra le pagine più rappresentative legate al colore rosso c’è, sicuramente, quella scritta dal Nottingham Forest alla fine degli anni settanta. Nel 1977 la squadra inglese, chiudendo al terzo posto la Second Division, fece il suo ritorno nella massima categoria. L’anno successivo la neopromossa conquistò clamorosamente il suo primo (e tutt’ora unico) titolo di campione d’Inghilterra ottenendo, di conseguenza, anche il diritto a partecipare alla Coppa dei Campioni della stagione successiva. Dopo essersi aggiudicato, ai sedicesimi di finale, il derby contro il Liverpool, la squadra guidata da Brian Clough eliminò AEK Atene, Grasshoppers Zurigo e Colonia. Nella finale di Monaco di Baviera, contro gli svedesi del Malmo, il trionfo venne firmato da Trevor Francis.

Anche il primo avversario europeo della stagione 1979/80 fu svedese: l’Oster Vaxjo. Nei turni successivi la squadra inglese eliminò Arges Pitesti, Dinamo Berlino ed Ajax Amsterdam conquistando l’accesso alla finale di Madrid. La sfida contro l’Amburgo venne decisa dallo scozzese John Robertson: per il secondo anno consecutivo il capitano John McGovern poté alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie! In occasione della sua fondazione (nel 1865) il Forest ha deciso di vestirsi di rosso in onore di Giuseppe Garibaldi e delle sue camicie rosse. Una delle maglie più rappresentative della squadra inglese è, senza dubbio, la numero 4 indossata dal suo capitano in occasione delle vittoriose finali di Coppa dei Campioni.

La maglia rossa del Nottingham, nel 1907, ispirò il presidente dell’Independiente di Avellaneda. La squadra argentina, fino ad allora, aveva indossato una divisa completamente bianca. Il rosso garibaldino ha portato fortuna alla squadra sudamericana che, ad oggi, detiene il record di vittorie nella Copa Libertadores: 7 titoli su 7 finali disputate! Uno dei giocatori più rappresentativi che abbiano giocato ad Avellaneda è stato Daniel Bertoni (campione del Mondo con la nazionale argentina nel 1978). Indossando le maglie rosse numero 7 ed 11 è stato protagonista di tre trionfi continentali.

Come già raccontato in Brabham, Celtics e Springboks: quando la vittoria si colora di verde! (http://gazzettafannews.it/altro/brabham-celtics-e-springboks-quando-la-vittoria-si-colora-di-verde/) fino alla fine degli anni sessanta le auto sportive venivano colorate secondo la propria nazionalità: blu le francesi, verdi le britanniche e rosse le italiane.

In dieci delle prime quindici edizioni del campionato del Mondo di Formula 1 il pilota che conquistò il titolo lo fece alla guida di una monoposto italiana. L’Alfa Romeo si aggiudicò le prime due edizioni (nel 1950 e nel 1951), Alberto Ascari guidò la Ferrari al successo nelle due stagioni successive, Juan Manuel Fangio trionfò su Maserati e Lancia-Ferrari. Poi fu la volta di altri due successi del cavallino rampante con Mike Hawthorn (1958) e Phil Hill (1961).

Nel 1964 John Surtees conquistando, su Ferrari, il titolo mondiale firmò un’impresa tuttora ineguagliata. Avendo precedentemente conquistato il titolo mondiale della classe 500 di motociclismo (in quattro occasioni, fra il 1956 ed il 1960) è stato l’unico pilota ad essere riuscito ad aggiudicarsi il titolo mondiale sia sulle due ruote, sia in Formula 1! Il pilota britannico si aggiudicò i quattro titoli mondiali di motociclismo in sella ad una rossa (e grigia) Meccanica Verghera Agusta, meglio conosciuta come MV Agusta. Fra il 1958 ed il 1974 la scuderia italiana conquistò 17 titoli mondiali consecutivi, 7 dei quali grazie al mitico Giacomo Agostini!

Fonte: l'autore Marco Fiammetta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.