Champions volley femminile: Scandicci supera 3 a 0 il Lodz

Vittorioso debutto casalingo in Champions League delle toscane, che sconfiggono le polacche e salgono al primo posto nel girone

di Marco Chiavacci
Marco Chiavacci
(35 articoli pubblicati)
Scandicci-Lodz

Assai positivo esordio casalingo di Scandicci in Champions: con una convincente prestazione sconfigge 3 a 0 un Łòdz che sulla carta si presentava come un avversario di tutto rispetto, avendo battuto 3-1 lo Schwerin recente giustiziere di Conegliano.

Primo set praticamente perfetto per le padrone di casa, che iniziano assai bene con un attacco molto efficace, ma soprattutto con un muro implacabile per le avversarie (6 muri-punto nel set); qualche errore al servizio nella parte iniziale del set, per poi crescere rapidamente anche in questo fondamentale; 25-10 il rapido epilogo. Polacche sostanzialmente non pervenute, inesistenti in attacco (18% di efficienza) e deboli in difesa.

Dal secondo set però la partita prende un’altra piega, con il Łòdz che finalmente entra in partita crescendo molto in ricezione, tenendo meglio in difesa e più incisivo in attacco. Scandicci fa un po’ più fatica a fare punto, anche perché riaffiora una ricezione tutt’altro che irresistibile (molto poche soprattutto le “doppie positive”), a danno del gioco al centro e della fluidità del cambio palla; anche il muro risulta meno preciso ed efficace.

Secondo set dominato nella prima parte da Scandicci, la quale però si fa progressivamente rimontare fino a farsi raggiungere e superare di un punto, prima di piazzare il colpo finale e chiudere di misura 25-23.

Anche nel terzo set Scandicci inizia a passo di carica (6-0, poi 12-8), per poi farsi nuovamente rimontare (17-19) e dare vita a un finale altalenante e avvincente, con le toscane che piazzano una striscia di 6 punti consecutivi (23-19) per poi farsi nuovamente raggiungere (23-23) prima di chiudere definitivamente il match (25-23).

Scandicci bene in battuta (9/7 il rapporto ace/errori) e dominante a muro (11 a 5 i muri-punto per le padrone di casa); non benissimo in ricezione (a parte il primo set), con un dato globale del 42% di positive (di cui il 25% di perfette); bene complessivamente in attacco (efficienza totale del 43%, con un picco del 57% nel primo set, ma un calo al 33% nel secondo). Comunque brave le padrone di casa a imprimere fin da subito un certo indirizzo al match, e a resistere con tenacia ai tentativi delle polacche di riaprire l’incontro.

Łòdz un po’ meglio in ricezione (46%, di cui 31% di perfette) e con un attacco di buon livello (40-44%) negli ultimi due set.

A livello individuale, benissimo Haak in attacco (47% con 18 punti), ma anche a muro (3 muri-punto) e in battuta; buona prestazione+ anche di Vasileva (35% in attacco); centrali non molto in evidenza, sia in attacco che soprattutto a muro.

Ottima prova di Malinov, che ha gestito al meglio la distribuzione con precisione e velocità, anche se non aiutata nel gioco al centro da una ricezione spesso aleatoria (alla fine solo il 13,5 % dei palloni è andato alle centrali, di contro al 39% per Haak e al 47,5% per le bande); inoltre un bottino di 6 punti personali: 3 muri, tra cui quello che ha chiuso il secondo set e 3 attacchi di seconda, di cui uno smash su una pregevole alzata in sospensione di Lucia Bosetti.

Per quest’ultima, prestazione di grande spessore (MVP): leggermente sotto tono in ricezione e con un buon 35% in attacco (oltre a 3 muri), ma soprattutto con le sue grandi capacità sia di lettura-tenuta in difesa che di giocare alla grande i punti decisivi, come quelli alla fine del terzo set (suo il muro-punto che ha chiuso l’incontro), e con la sua intelligenza pallavolistica di livello superiore: il suo spettacolo di pallonetti, muri e fuori, colpi ritardati valeva da solo il prezzo del biglietto !

Affluenza di pubblico buona ma non eccezionale: 1.500 persone, la stessa di un tutto esaurito a Scandicci; certo, pensare di riempire tutto il Mandela era sicuramente eccessivo, ma l’esordio casalingo in Champions meritava senz’altro una cornice di pubblico più degna. Presente anche una robusta rappresentanza di tifosi polacchi.

Fonte: l'autore Marco Chiavacci

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.