Calcio a 5 donne, l’ASD Manfredonia 2000 k.o. a sorpresa in casa

Cade la capolista sipontina contro il Soccer Sava per 1-5

di Antonio Monaco
Antonio Monaco
(107 articoli pubblicati)
asd Manfredonia2000

Inaspettata e brutta sconfitta per le ragazze dell’ASD Manfredonia 2000, che soccombono tra le mura amiche contro il Soccer Sava per 1-5, nella 9°giornata di campionato di serie C di calcio a 5 femminile.  Nella giornata contro la violenza sulle donne, le sipontine, entrano in campo accompagnate dai bimbi della scuola calcio. Mister M.Portovenero, deve fare i conti con le assenze di G. Palumbo, V. Tanzi e F. Longo, ma può disporre per la prima volta dei due nuovi innesti della squadra sipontina, quali D’Alessandro M. e Nardella A. Le biancoazzurre, in formazione rimaneggiata, propongono come starting five: E. Palumbo, Maccione S, A. Castriotta, E. Nardella e R.Ciociola.

Dai primi minuti di gara le sipontine si presentano contratte e si capisce che non sarà una delle migliori giornate. Le ioniche, in maglia rossa, attendono sornione nella propria metà campo, concedendo il possesso e il giro palla biancoazzurro ma appena recuperano la sfera e mettono il naso fuori dalla propria metà campo, riescono a pungere e far male. Le rapide triangolazioni delle brevilinee savesi mettono in difficoltà le daune, sorprendole sovente per via centrale. Dopo una buona occasione di A. Castriotta al 6’ che svirgola davanti al portiere avversario, al 10’ p.t., giunge la prima marcatura ospite. Fulmineo contropiede, triangolo stretto fra gli avanti ionici e  tocco vincente alle spalle di E. Palumbo. Le savesi dal canto loro, facilitate dal lento possesso palla locale, e molto ben messe in campo, amministrano con personalità la frazione e ripartono con rapidi stretti fraseggi. Dopo un tiro dalla distanza di M. D’Alessandro parato agevolmente dall’estremo ionico, il Soccer Sava, legittima il vantaggio al 24’ fallendo una nitida occasione per il raddoppio da pochi metri. Al 27’ p.t. episodio “sliding doors” della gara, R. Bosco dopo un bellissimo dai e vai con R. Ciociola, coglie il palo a portiere battuto. Proprio sui titoli di coda della prima frazione, ancora il folletto savese , sugli sviluppi di una letale ripartenza, scarta l’estremo sipontino e deposita in rete, per la sua prodezza d’autore, portando le ospiti al riposo in doppio vantaggio.

Le sipontine, dopo aver riordinato le idee, provano nei primi minuti  della ripresa, a riaprire il match, con due siluri dalla distanza di S. Maccione e M. D’Alessandro, ma la mira è imprecisa in entrambe occasioni.  E al 4’ del s.t. ancora il 10 ospite (migliore in campo) , maramaldeggia con la palla da giocoliera, scartando le sue dirette avversarie. Il suo fendente di destro, dopo aver colpito il palo, carambola sulla gamba di Castriotta e si infila beffardamente in rete per lo 0-3. Le padroni di casa, si innervosiscono ulteriormente. Ne fa le spese Nardella,che finisce sul taccuino arbitrale, prendendo un giallo dopo aver fermato un’avversaria lanciata a rete. Al 8’ s.t. le ioniche dilagano, con una rapida transizione sulla corsia laterale, assist per il pivot tarantino solo in area che   spinge in rete a porta sguarnita. Al 9’ st giunge il gol della bandiera con A. Castriotta, che dopo  un bello scambio con R. Ciociola, di destro supera l’estremo biancorosso. Nel finale,però,ancora la fantasista avversaria, partiva da centrocampo e a tu per tu con E. Palumbo, la batteva con un preciso rasoterra,che suggellava la sua magnifica tripletta e la grande prestazione delle savesi.

Il mister Martino Portovenero,  al termine della gara:-“ Non cambia nulla nel nostro campionato, nel senso che le nostre ambizioni sono quelle di vincerlo, purtroppo è capitata una giornata storta, tutto è girato storto e forse abbiamo pagato un po’ troppo le assenze, non tanto per un discorso numerico, ma come carisma delle ragazze che mancavano. Appunto dobbiamo imparare da questa sconfitta, che bisogna andare avanti ,superare l’empasse del momento, e pensare alle partite successive, non dimenticando questa brutta prestazione, ma prendendola come monito per le prossime impegnative gare che ci aspettano”.

Fonte: l'autore Antonio Monaco

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.