Angiolina cammina cammina sulle sue scarpette blu

"Volta la carta" è una delle canzoni preferite di Patrizia. Solo che Patrizia non cammina, ma corre, abbastanza forte, ma sopratutto tanto

di Roberto Leonardi
Roberto Leonardi
(34 articoli pubblicati)
Patrizia Lacrimini

Angiolina cammina cammina sulle sue scarpette blu è un verso di “Volta la carta” una celebre canzone di Fabrizio De André, ed è una delle preferite di Patrizia. Solo che Patrizia non cammina, ma corre, abbastanza forte, ma sopratutto tanto, e le scarpette, blu o no, per forza di cose, è costretta a cambiarle spesso.

Solo in questo 2018: 85 gare, delle quali 6 vinte e 12 volte seconda, quasi sempre prima di categoria, prima assoluta nei circuiti “Tuscany Run Ten” e “Trofeo AVIS Tosco Umbro”, prima per il secondo anno consecutivo nella classifica interna della sua società (Marathon Club Città di Castello), seconda nel “Valli Aretine Trail Cup”, terza nel “GP Arezzo” e terza di categoria nel “GP  Alto Tevere”.
Con i numeri al massimo puoi valutare l'atleta, ma le persone hanno altri termini di raffronto, e Patrizia, per me che la conosco abbastanza, è una di quelle esistenze dove la corsa è entrata in profondità, quei fratelli di fatica che ti aspetti di vedere la domenica mattina alle gare, che ti aiutano a ricordare chi sei.
Affrancata dall'ossessione del tempo (Altrimenti sceglierebbe meno gare, e più mirate ad un risultato fine a se stesso) Patrizia “deve” correre, è il suo modo di confrontarsi con se stessa e sentirsi libera. Ottima cuoca, ama la cucina per la creatività e la fantasia che riesce a sprigionare in questa altra passione.

volta la carta e paga il riscatto 
paga il riscatto con le borse degli occhi 
piene di foto di sogni interrotti 

La sua corsa inizia da bambina, quando grazie ai Giochi della Gioventù scopre questa attitudine, tempo di appassionarsi e alle scuole superiori arriva l'imprevisto, un grave problema all'anca. Per un anno e mezzo è un vero dramma, un'interruzione che non compromette solo la corsa, ma le funzioni motorie di base, anche camminare è pressoché impossibile.
Con tenacia e tanta riabilitazione riesce a ripartire piano piano, passo dopo passo,  una paziente ricostruzione. Torna a correre intorno ai venti anni, non riceve l'abilitazione medica per le competizioni, ma si tiene in allenamento, uscendo spesso per sedute solitarie.

cappello di volpe sorriso da atleta 

Ma Patrizia è una ragazza solare e di compagnia, partecipare alle gare per lei è soprattutto conoscere persone nuove e allacciare amicizie, e nel 2007 finalmente può iscriversi ad una società, la stessa che l'anno scorso l'ha omaggiata con l'impronta del suo piede nel Wall of Fame, un riconoscimento a quegli atleti che nel corso degli anni si sono distinti per svariati motivi, sportivi e collaborativi. Un simbolo per la strada percorsa con la divisa Marathon, e le orme da seguire per gli amici tesserati.

C'è un bambino che sale un cancello 
ruba ciliege e piume d'uccello 
tirate sassate non ha dolori 

Ora non ha dolori, e magari è per recuperare il tempo perduto che gareggia tutte le gare che può, è il suo atto d'amore verso questa disciplina, la sua media negli ultimi quattro anni oscilla tra le 80 e le 90 corse annue.

volta la carta il gallo si sveglia.
Angiolina alle sei di mattina s'intreccia i capelli con foglie d'ortica 

Si alza presto, non penso abbia tempo e voglia di intrecciare i capelli con foglie d'ortica,  perchè alle 5 e mezza deve entrare al lavoro. Start line di una giornata bella piena, tra questo, la famiglia e i contrattempi  arriva al traguardo della sera sfinita, non resta che allenarsi correndo gare nel fine settimana.

Angiolina ritaglia giornali si veste da sposa canta vittoria 
chiama i ricordi col loro nome... 

Da sempre grande interprete delle gare in salita,  sta quindi sviluppando un'inclinazione ai trail, specialità in crescita, che offre sempre più prove per gli appassionati. 

E' quando si chiudono i cerchi degli eventi che ne capiamo realmente l'essenza, ed è forse per questo che, memore di un passato nel quale tutto sembrava impossibile, ama le pendenze per buttare il cuore oltre gli ostacoli. 

...volta la carta e finisce in gloria 

Patrizia Lacrimini 2
Fonte: l'autore Roberto Leonardi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.