Al via il campionato A1 di volley femminile

Inizia il prossimo fine settimana la regulal season del torneo. Tredici le squadre al via. Conegliano, Novara e Scandicci in pole position

di Marco Chiavacci
Marco Chiavacci
(35 articoli pubblicati)

Eccoci qua: nel tentativo non facile di tornare alla normalità, con ancora nella mente le immagini dello straordinario Mondiale delle nostre ragazze, gli occhi tornano a volgersi al campionato di casa nostra, che inizia il prossimo fine settimana (sabato un anticipo niente male tra Conegliano e Casalmaggiore, domenica alle 17.00 gli altri incontri). Nell'attesa, proviamo a fare le carte al torneo.

Ovviamente solo chi non fa previsioni non le sbaglia: anche se è vero che in un campionato così lungo (24 giornate) i valori fondamentali dovrebbero alla lunga emergere, sono sempre possibili sorprese (curve di forma o di fiducia, etc.).

Da valutare inoltre il peso delle scorie del mondiale nelle numerosissime atlete, italiane e straniere, schierate ai nastri di partenza. Va poi visto, per le molte squadre che hanno operato un ampio turn-over del parco giocatrici (Casalmaggiore in primis, quindi nell’ordine Bergamo, Scandicci, Busto e via via tutte le altre), come funziona e in che tempi va a regime l’assemblaggio del nuovo organico.

La lotta per lo scudetto sembra ancora una questione soprattutto tra Conegliano e Novara (con la prima a mio avviso favorita), con Scandicci nel ruolo di terzo incomodo.

CONEGLIANO sembra ancora la più forte. Ha rinnovato poco, sostituendo Bricio con Sylla; importantissimo il recupero di De Kruijf e di Easy Hodge.

NOVARA si è molto rafforzata in attacco (la campionessa mondiale Veljkovic, Bartsch, Nizetich), dove già conta Chirichella, Plak e una certa Paoletta Egonu; se funziona l’innesto di Carlini, Novara resta l’avversario più accreditato di Conegliano.

SCANDICCI ha rinnovato molto, nelle prime e nelle seconde linee, con parecchi acquisti importanti (Lia, Stevanovic, Mitchem, Vasileva, Milenkovic), che affiancheranno Haak, Adenizia, Lucia Bosetti; da capire quanto incideranno i tempi di pieno rientro in forma di Vasileva e di recupero per Milenkovic.

C’è poi un secondo gruppo di squadre che, a meno di sorprese clamorose, difficilmente potrà lottare per lo scudetto, ma che sembra il più accreditato per riempire la griglia dei play-off, oltre a poter strappare anche scalpi prestigiosi con le squadre di prima fascia. Eccole (in ordine alfabetico).

BERGAMO si è mossa molto bene sul mercato con l’acquisto di nomi di spicco (Cambi, Mingardi, Olivotto, Sirressi, Smarzek) e la conferma di Acosta; sicuramente si candida a essere una delle “emergenti” della stagione.

BUSTO si è forse leggermente indebolita, ma ha comunque sempre un organico di qualità, con alcuni acquisti importanti: Bonifacio, Grobelna, Meijners, ed Herbots, che prevedo sarà una delle rivelazioni del campionato.

CASALMAGGIORE è per me una vera incognita: organico totalmente rinnovato, con alcuni nomi di rilievo (in primis Rahimova e la recuperata Caterina Bosetti); decisivo soprattutto vedere come funziona l’assemblaggio delle giocatrici.

FIRENZE è una delle squadre che, in rapporto al budget, si è mossa meglio sul mercato (Candi, Popovic, Lippmann, Degradi, Daalderop; quest’anno può togliersi diverse soddisfazioni in più.

MONZA pur cambiando non tantissimo si è nel complesso ancora rafforzata: Adams, Buijs, alcune delle migliori “seconde linee” dello scorso campionato (Bianchini, Melandri), il ritorno al volley della neo-mamma Partenio.

In questa fascia però inserirei anche il CLUB ITALIA, dove praticamente gioca quasi tutta la panchina della Nazionale maggiore: Pietrini, Lubian, Fahr, Nwakalor, giocatrici giovani ma cresciute tantissimo, anche in termini di esperienza; può costituire la “scheggia impazzita” del campionato.

Il terzo gruppo comprende le squadre che almeno sulla carta sembrano destinate a lottare per la salvezza: la ripescata FILOTTRANO e le neopromosse BRESCIA, CHIERI e CUNEO; ma anche qui, attenzione: come insegna lo scorso campionato (Pesaro, il girone di ritorno di Filottrano) non sono da escludere delle sorprese, soprattutto nei singoli incontri.

La parola ora passa al campo: che lo spettacolo abbia inizio!

Il calendario della prima giornata
Fonte: l'autore Marco Chiavacci

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.