Lo sport oltre la pandemia: allenare corpo e mente

Il Covid ci ha costretto ad affrontare una nuova realtà, lo sport resta sempre strumento e occasione per ripartire e sentirsi vivi

di Gabriele Granati
Gabriele Granati
(4 articoli pubblicati)
Allenamento ai tempi del Covid

L'ultimo anno è stato diverso per tutti, il Covid ha stravolto le nostre vite: ogni certezza, abitudine o attività che davamo per scontata è stata condizionata da qualcosa di più grande di noi, che ci ha colto impreparati, anche mentalmente. Nel giro di pochi giorni ci siamo ritrovati chiusi in casa, cercando di uscire il meno possibile per la paura del contagio, del contatto con gli altri, con mascherine a cui ci siamo adattati ma che non ci davano certo un senso di protezione. In questo contesto, anche la normale attività sportiva si è resa impossibile, almeno nelle consuete modalità.

I due mesi di lockdown sono stati i più complessi. Personalmente, l'inizio della pandemia ha segnato un drastico cambiamento, trovandomi come tanti a lavorare in smart working. La "reclusione forzata" è stata da un certo punto di vista un gran sollievo, consentendomi di lavorare regolarmente senza le paure causate da spostamenti, mezzi pubblici e riunioni "in presenza"; ma è stata anche una pena, con un'unica uscita a settimana dedicata alla spesa.

Niente più camminata per andare o tornare da lavoro, ogni altra attività vietata; essendomi preso una pausa dal tennis, lo sport che pratico da anni, nei mesi invernali, sapevo che sarebbe stato complicato mantenere una forma accettabile. La prima reazione è stata quella di moderarmi a tavola, o almeno provarci. Da amante della buona cucina, di pasta e pizza, dei dolci, niente di più complicato! Sono riuscito a mangiare in modo vario ed equilibrato, ma soprattutto nelle ore lavorative era difficile non cedere a qualche spuntino extra. Passate le prime due o tre settimane, quindi, mi sono reso conto che l'unica strada era ricominciare a muoversi, allenandomi per quanto possibile a casa. Sì per una questione puramente fisica, ma anche mentale, per "uscire" almeno con la mente e staccare dai temi Covid e lavoro.

Ho spronato anche la mia ragazza, "allergica" a qualsiasi attività sportiva, e abbiamo trasformato il soggiorno nella nostra "piccola" palestra. Abbiamo scelto alcuni video di esercizi su YouTube, e a giorni alterni ci mettevamo all'opera: corsa, salti e allungamento, serie di addominali e squat. Certo non in modo confortevole per gli spazi ridotti, cercando di limitare i rumori verso gli inquilini di sotto, ma così facendo ci siamo riattivati, e soprattutto io ho ritrovato in poco tempo sia una sensazione di maggior benessere che la volontà di riprendere la racchetta in mano.

Finito il lockdown e con la fortuna di frequentare un circolo con i campi all'aperto, non ho esitato un attimo a tornare a giocare. Prima qualche partita con gli amici, coi movimenti "legnosi" tipici di chi non colpisce un rovescio da troppo tempo, poi di nuovo seguendo il corso settimanale, che mi consente di allenarmi con una certa costanza, riprendere confidenza coi colpi, e via via tornare a divertirsi e a muoversi bene sul campo, con le gambe che girano a dovere. Ora sto giocando con regolarità, due/tre volte a settimana, come nell'era "pre-Covid"; si può dire che ad oggi, escluso l'ambito casalingo, il tennis rappresenta l'unico aspetto della mia vita che è tornato alla normalità.

Non c'è dubbio che tanti sportivi o appassionati, in altri ambiti, non siano stati così fortunati e abbiano tuttora difficoltà nel praticare il proprio sport preferito. Ma questi mesi hanno dimostrato, almeno a me, che anche in pochi metri quadrati si può riuscire a curare la propria forma fisica e, soprattutto, si può sempre coltivare la passione per lo Sport, uno degli aspetti della vita che veramente possono farci star bene.

Fonte: l'autore Gabriele Granati

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.